La zuppa di lenticchie e curcuma al profumo di zenzero è una ricetta facile, anche per chi ha poca manualità in cucina.

Si tratta di una ricetta adatta a tutte le stagioni: in primavera e in estate può essere servita fredda e in inverno, invece, è perfetta anche per il suo effetto corroborate oltre che saziante.

Per realizzare questa zuppa servono davvero pochi ingredienti: quanto basta per preparare una base di cottura, ossia un cucchiaio circa di cipolla sminuzzata, o scalogno, delle lenticchie, un litro circa di brodo vegetale al naturale, un paio di cucchiaini di curcuma e un cucchiaino di zenzero grattugiato fresco.

Tutti gli ingredienti hanno, oltre che un piacevole sapore e profumo, delle interessanti caratteristiche nutrizionali e benefiche: vediamo quali.

Le lenticchie

Questi legumi sono ben noti per il buon apporto di proteine vegetali che assicurano. Le lenticchie hanno un buon potere saziante, un ottimale contenuto di carboidrati complessi e anche di fibre alimentari. Una porzione di zuppa di lenticchie apporta 13.9 g di fibra, ossia il 46% della quantità quotidiana raccomandata per questo nutriente.

È un fatto ormai noto che un adeguato apporto di fibra favorisce la motilità intestinale ed è anche un fattore positivo nella riduzione del rischio di soffrire di alcune malattie, anche gravi, a carico dell’apparato gastrointestinale.

Le lenticchie sono anche una buona fonte di ferro e altri sali minerali: la naturale abbondanza di potassio rispetto al sodio le rende naturalmente diuretiche e depurative.

La curcuma

La curcuma è una spezia ottenuta dalla polverizzazione del rizoma essiccato della Curcuma longa, una pianta di origine orientale della famiglia delle Zingiberaceae. Da tempo sono note le sue qualità benefiche: nell’antica medicina delle popolazioni asiatiche e in quella ayurvedica viene impiegata come rimedio per la cattiva digestione, come depurativo del fegato e anche come antinfiammatorio. La curcuma riduce anche la formazione di gas intestinali.

L’intensa colorazione giallo oro di questa spezia è dovuto principalmente alla curcumina, un pigmento vegetale che rappresenta circa il 3% del peso della radice. Questo pigmento ha interessanti qualità antiossidanti e dunque protegge le nostre cellule dai danni causati dai radicali liberi.

Lo zenzero

Lo Zingiber officinalis è una pianta originaria dell’Asia: il suo rizoma è ricco di principi attivi ed olii essenziali con riconosciute qualità benefiche e depurative. Lo zenzero si è dimostrato efficace per facilitare la funzione digestiva e mantenere regolare la secrezione della bile nel corso del processo digestivo.

La zuppa di lenticchie “in rosso” alla curcuma e zenzero

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di lenticchie rosse;
  • 100 g di passata di pomodoro;
  • 20 g di cipolla sminuzzata;
  • 3 cucchiaini di curcuma;
  • 30 g di zenzero fresco grattugiato;
  • 1 litro di brodo vegetale caldo;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Mettete in una padella antiaderente con i bordi alti l’olio extravergine di oliva, la cipolla sminuzzata e la passata di pomodoro. Scaldate a fuoco medio quindi unite le lenticchie rosse già ammollate e coprite con il brodo vegetale caldo. Fate cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti mescolando spesso. A cottura ultimata aggiungete la curcuma e lo zenzero e servite.

La zuppa di lenticchie alla curcuma e zenzero è un buon piatto unico che va accompagnato con una ricca porzione di verdura fresca o cotta, condita solo con un po’ di olio extravergine di oliva e succo di limone oppure aceto di vino.

10 marzo 2016
I vostri commenti
Oriana, venerdì 11 marzo 2016 alle21:20 ha scritto: rispondi »

Fatta questa sera..........BUONISSIMA!!!

Lascia un commento