In questo mese di primi freddi si fa impellente la necessità di tepore e calore, e quale modo migliore se non gustando una calda zuppa di stagione. Ottobre è il mese del comfort food, si festeggiano i doni dell’autunno e le castagne ne sono l’emblema principale. Tra le ricette vegetariane più invitanti possiamo trovare la saporita e gustosa zuppa di ceci e castagne, un toccasana energetico per il corpo e per la mente.

La sua preparazione è facile e rapida, e gli ingredienti necessari sono pochi e di veloce reperibilità. È un piatto povero, tipico della cultura contadina montanara di un tempo, e legato alle tradizioni del tepore casalingo. Molto diffuso nelle zone degli alti pascoli montani, rigogliose di alberi di castagno, era un piatto indicato per garantire energia, calore e sostanza. Per preparare la saporita ricetta vegetariana procuratevi:

  • 300 g di castagne fresche
  • 150 g di ceci secchi
  • 2 spicchi d’aglio rosso
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • sale e pepe q.b.

Mettete i ceci in ammollo per circa 24 ore, quindi scolateli, versateli in una pentola con acqua e lasciateli cuocere e ammorbidire. Appena l’acqua inizierà a bollire aggiungete una presa di sale grosso. A parte lessate le castagne, quindi scolatele ed eliminate buccia e pellicola. A cottura avvenuta scolate anche i ceci, conservando l’acqua di cottura, eliminate la pellicina e lasciate raffreddare per pochi minuti.

In una padella piuttosto capiente e dai bordi alti versate l’olio, il trito di aglio, l’alloro e il rosmarino. Unite i ceci e le castagne tagliate a pezzettini, l’acqua di cottura e lasciate cuocere a fuoco dolce. Salate e pepate proseguendo per circa 30 minuti, aggiungete altra acqua se necessario per evitare che si asciughi. A cottura avvenuta frullate per ottenere una crema densa, quindi servite con un filo d’olio a crudo, una spolverata di pepe nero e delle fette di pane casereccio tostato.

Per ottenere una zuppa ancora più densa potete preparare un soffritto più corposo con aglio, cipolla, carota, sedano e qualche ciuffo di spinaci, prima di aggiungere ceci e castagne. Se non amate l’alloro aggiungetelo nell’acqua di cottura dei ceci, quindi eliminatelo appena li avrete scolati. Un po’ di polpa di pomodoro, durante la cottura finale prima di frullare il tutto, attenuerà il gusto dolce della zuppa riequilibrando i sapori.

18 ottobre 2013
I vostri commenti
andrea, domenica 29 dicembre 2013 alle9:38 ha scritto: rispondi »

la variante non vegetariana e con il soffritto di pancetta comunque e validissima complimenti

Lascia un commento