Chi l’avrebbe mai detto che anche le simpatiche zucche di Halloween che nel giorno di Ognissanti decorano migliaia di case americane (e ormai non solo), divertendo grandi e piccini, inquinano l’ambiente? Si perché nel momento in cui si decompongono producono metano.

Passata la festa tutte queste zucche vengono buttate e rappresenterebbero oltretutto uno spreco davvero importante, se si considera che sono già 254 milioni le tonnellate di rifiuti solidi prodotti ogni anno dagli statunitensi.

Ma quest’anno il dipartimento USA dell’Energia ha deciso di finanziare una serie di bioraffinerie, affinché trasformino questi scarti in energia. Tre di queste produrranno biocarburanti per uso militare. Fulcrum Bioenergy ed Emerald Biofuels, una volta a regime ne produrranno 350 milioni di litri all’anno.

Per chi potesse pensare che questa quantità di energia è poca cosa, il dipartimento spiega:

Non ci vorrà molto perché le 590 mila tonnellate di zucche prodotte annualmente diventino importanti per la sicurezza energetica come lo sono per Halloween.

Cioè questa fonte di energia un po’ particolare, potrebbe invece diventare rilevante nel panorama globale statunitense, aiutando anche ad allentare la dipendenza dall’utilizzo del carbone. Ecco che la tradizionale Jack-o’-lantern diventa importante non solo per allontanare gli spiriti dalla propria casa, ma anche offrire un futuro migliore per il pianeta.

3 novembre 2015
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento