Zucche di Halloween: come riciclarle

È tempo di streghe, spiriti e pipistrelli: la notte di Halloween sta arrivando con il suo bagaglio di mistero e magia. Da tempo la tradizionale notte degli spiriti è diventata un’occasione importante per festeggiare e indossare abiti a tema. Oltre al classico pellegrinaggio porta a porta, alla ricerca di caramelle e dolcetti, è anche l’occasione per addobbare la casa con articoli e decori a tema. La protagonista indiscussa è sicuramente la zucca, emblema di Halloween che trova spazio sia come prodotto alimentare che come addobbo. Intagliata, decorata, trasformata in zuppa, per una notte l’ortaggio viene celebrato. Ma per prolungare l’atmosfera magica, senza gettarla subito nell’immondizia, è possibile riciclarla così da trasformarne l’utilizzo.

Mangiatoia

Una zucca intagliata con cura può trasformarsi da lanterna degli spettri in una originale mangiatoria per uccellini, una sorta di maxi ciotola dove inserire i semi e le graniglie di cui sono ghiotti. Nel caso fossero avanzati, polpa e semi si possono tritare con cura, seccare in forno per pochi minuti quindi inserire nella zucca intagliata, così da offrire un pasto completo. La zucca si può sistemare sul balcone in una zona riparata dalla pioggia, e di libero accesso per i volatili, quindi in giardino sollevata da terra.

=> Scopri la storia della zucca di Halloween


Vaso e centrotavola

Zucca

Se le zucche avanzate non sono commestibili e non sono state intagliate, ma usate come decorazione, possono diventare vasi e centrotavola unici. Per i vasi basta tagliare la parte superiore, creare un foto centrale eliminando polpa e semi così da inserire una lattina di riciclo o un bicchiere di vetro, dove introdurre l’acqua per i fiori. Per il centrotavola si possono creare adorabili composizione con zucchette di vario formato, sia piene che intagliate o trasformate in vasi, in combinazione con bacche, castagne, foglie di stagione e fiori arancioni e gialli.

Zuppiera

Una zucca integra non intagliata può diventare una ciotola davvero originale, si taglia la parte superiore conservandola quindi si svuota accuratamente da tutta la polpa interna. Scavando il più possibile così da ottenere un contenitore liscio, lo si lava accuratamente e si lascia asciugare magari al sole. Questo originale contenitore può trasformarsi in un piatto di portata o in una zuppiera, dove introdurre una zuppa corposa, oppure un riso magari alla zucca. La parte superiore servirà da coperchio decorativo.

=> Scopri come conservare la zucca di Halloween


Lanterna

Zucca

Intagliate e ancora integre possono diventare simpatiche lanterne da utilizzare per illuminare le sere di novembre, ma anche porta lumini divertenti in particolare se la zucca è ancora intera. Si scava, si inserisce dell’acqua così da far galleggiare i lumini luminosi, monitorando sempre la fiamma. Per le mani più esperte, la zucca stessa può diventare una candela, versando cera calda al suo interno e inserendo lo stoppino, pratica da mettere in atto solo se capaci.

Beauty

Ricca di antiossidanti, la zucca può trasformarsi in un prodotto per la bellezza, magari un originale scrub ottenuto tritando la polpa e mescolandola con zucchero di canna e cannella. Ma anche una maschera per i capelli ottenibile mixando la purea di zucca con un cucchiaino di miele, uno di olio di argan o jojoba, quindi olio essenziale o succo di limone. Si stende sui capelli e si tiene in posa per venti minuti prima di lavarli come di consueto.

=> Scopri la ricetta della vellutata di zucca


Food

Torta di zucca

Con la polpa avanzata e pulita si può realizzare una gustosa marmellata alla zucca, oppure creare gli intramontabili gnocchi, la zuppa con i funghi, pane, focaccine fino alla torta alla zucca. Con i semi si possono ottenere snack salati e veloci, basta tostarli in forno a 180° quindi gustarli croccanti e tiepidi.

Concime

La zucca di Jack O’ Lantern può diventare una vaso naturale dove inserire terriccio e piantine, e da interrare i vaso una volta che la solidità verrà meno. Potrà proseguire nel suo compito proteggendo le piante dal freddo, anche se sotto terra. Oppure divenire ottimo concime, se non trattata con pitture e vernici.

26 ottobre 2018
Lascia un commento