La tradizionale zucca è il simbolo più evidente dei festeggiamenti per la ricorrenza di Halloween. E sebbene si tratti di un’usanza di origine anglosassone, da qualche anno anche in Italia è giunto il desiderio di celebrare la notte delle streghe, complici anche i media e le produzioni cinematografiche. Nonostante l’intaglio della zucca sia un’operazione divertente e relativamente semplice, così non è per la sua conservazione: si tratta, infatti, di un vegetale che tende a deperire facilmente una volta aperto ed esposto agli agenti atmosferici. Come fare, di conseguenza, per mantenerla più a lungo possibile?

Prima di cominciare, va sottolineato come in commercio esistano i più svariati prodotti per garantire una lunga conservazione alla propria zucca di Halloween, quali spray specifici per ricoprirne la porzione interna ed evitare il rischio della muffa. Le informazioni di seguito riportate, pertanto, hanno carattere unicamente generico.

Quanto dura la zucca di Halloween?

Una zucca decorata di Halloween, in assenza di adeguati trattamenti, non è per nulla dissimile da qualsiasi altra zucca che si consuma per uso alimentare. Di conseguenza, una volta aperto e rimossa la polpa, il vegetale non potrà durare più di qualche giorno. Eppure, mentre le varietà alimentari allungano la loro durata grazie ala conservazione in frigorifero, quelle di Halloween passano lungo tempo a temperature ambiente, esposte ad aria e sole, un fatto che non può fare altro che accelerarne il processo di decomposizione.

=> Scopri le ricette di zucca per Halloween


Un primo passo per comprendere la possibile longevità della propria zucca, è quello di analizzarne il colore esterno. Più l’esemplare è di colore arancione intenso, maggiori sono le probabilità abbia già raggiunto la fase finale della sua maturazione e, di conseguenza, che si avvii a quella successiva della decomposizione. In linea generica, una zucca matura durerà 4 o 5 giorni, mentre una ancora acerba anche una decina. Questo, naturalmente, senza altri interventi di conservazione. Va comunque sottolineato come le celebrazioni della Notte delle Streghe siano temporalmente molto ridotte, non più di un paio di giorni, quindi anche senza particolari interventi si potrà esporre senza rischi la propria zucca intagliata.

Come si conserva la zucca di Halloween?

Così come già accennato, in commercio esistono delle soluzioni apposite per estendere la durata della propria zucca di Halloween. Si tratta di spray, o di vernici da stendere, che creano uno strato protettivo sulle pareti interne del vegetale, per scongiurare il rischio più grande: quello della muffa. L’ambiente sostanzialmente umido, infatti, può favorire il proliferare di batteri e microrganismi, i quali non fanno altro che accelerarne la decomposizione.

=> Scopri come creare la zucca di Halloween


Naturalmente, si può fare ricorso anche a delle soluzioni fai da te, sebbene sulla loro efficacia non vi sia accordo, trattandosi di rimedi provenienti dalla cultura popolare. Il primo metodo vede il ricorso alla comune vaselina, da stendere con un pennello sulle pareti interne della zucca, nonché sugli intagli: questa sostanza viscosa creerà uno strato protettivo, non immediatamente penetrabile dai microrganismi, e di conseguenza ritarderà la formazione della muffa.

Un altro metodo molto in voga è quello di riempire un vecchio spruzzino per detersivi di acqua e candeggina in parti uguali, quindi spruzzare il composto all’interno della zucca e sulle aree intagliate: la candeggina ritarderà la formazione della muffa, mentre l’acqua restituirà una buona idratazione. Poco efficaci, invece, sembrerebbero essere colla vinilica e vernici acriliche.

9 ottobre 2016
Lascia un commento