La zinnia è un fiore molto semplice e delicato: la genuinità è proprio il suo messaggio. È una pianta annuale e perenne, appartiene alla famiglia delle Composite e le sue origini sono riscontrabili in Texas, in Colorado, nel Cile e nella Cordigliera delle Ande. Il suo nome ricorda quello del botanico Johann Gottfried Zinn, vissuto nel Settecento, periodo in cui questo fiore fu in effetti portato in Europa.

La risata come medicina

L’essenza floreale di zinnia insegna alle persone che la risata è una forma superiore di medicina. La Zinnia rilascia infatti l’amarezza e ristabilisce il senso dell’umorismo, che dà all’individuo che lo possiede un’edificante visione sulla vita.

La risata, infatti, non è un semplice gesto delle labbra e della bocca, ma è un vero e proprio atto liberatorio: quando ridiamo, il cervello rilascia le beta-endorfine, sostanze che favoriscono la positività. Inoltre ridere dona relax al corpo, scioglie i muscoli della mascella, migliora la forza vitale del sangue e aiuta notevolmente i disturbi di ansia o depressione.

Alla riscoperta del bambino interiore

La zinnia allinea i corpi eterici ed emozionali: questo equilibrio, in parte, è fonte di buonumore e allegria. Utile per gli individui agitati, depressi, ipersensibili o bisognosi di ridere, questa essenza floreale mette le persone in contatto con le loro caratteristiche infantili. Molti adulti, infatti, hanno problemi di comunicazione persino con i più piccoli, questo perché non guardano prima di tutto la propria natura infantile. Eppure quando si è adulti è quasi naturale voler riscoprire quelle caratteristiche che si avevano quando si era bambini: la leggerezza, la felicità, la capacità di ridere sempre, anche di se stessi.

Crescendo si tende a voler dare di sé un’immagine di serietà e di responsabilità, nascondendo le proprie emozioni e creando stress e tensioni inutili. Per questo la comunicazione con il prossimo diventa più difficile. La zinnia ci restituisce, invece, spontaneità, capacità di sorprendere, di emozionarci, di godere le gioie della vita senza la necessità di dover dimenticare le responsabilità, che comunque ognuno di noi ha nella propria vita quotidiana. Riscoprendo il proprio bambino interiore, infatti, si ritrova la capacità di giocare, di divertirsi e di amare la vita, guardandola come se la si scoprisse per la prima volta.

Migliora i rapporti familiari

La zinnia può essere utilizzata anche in caso di problemi coniugali: infatti è un’essenza che aiuta a rompere la monotonia che annoia un rapporto, migliorando la complicità nel divertirsi, la gioia di incontrarsi e la vivacità dei rapporti intimi.

È un’essenza floreale che può essere molto utile anche per i genitori, gli insegnanti e gli assistenti sociali, poiché aiuta a migliorare il gioco, la spontaneità e il rapporto che si instaura con i bambini. Allevia in generale ogni forma di tensione ed è ottima quando siamo stressati a causa di troppo lavoro, oppure quando i doveri che ci assillano cominciano a diventare particolarmente pesanti. Stimola i chakra del cuore e a livello dell’addome.

8 dicembre 2015
I vostri commenti
francescamanimali, mercoledì 9 dicembre 2015 alle16:11 ha scritto: rispondi »

non è più di moda e non la trovo in nessun vivaio; potete consigliarmene uno?

Lascia un commento