Finito per sbaglio all’interno della veranda di una casa in California, un piccolo gufo è stato subito accolto e curato, ma chi l’ha recuperato ha notato l’aria spaesata e confusa. Il piccolo volatile sembrava stranito e incapace di ritrovare la direzione e per questo, dopo un’attenta osservazione, è emersa la cecità dell’animale. Una problematica non indifferente per un esemplare che fa della vista l’arma di sopravvivenza principale, specialmente per intercettare i predatori.

Ma ciò che inoltre non è sfuggito al suo salvatore è stata la particolarità degli occhi del gufo, completamente scuri e blu come la notte più bella. All’interno delle queste piccole palle di vetro, piccoli segni bianchi che riproducono in piccolo l’effetto della costellazione della volta celeste. Quasi una magia, un dono meraviglioso per un esemplare così sfortunato. Dopo le primissime cure, l’esemplare è stato condotto presso il Wildlife Learning Center a Sylmar, in California, una struttura specializzata nel recupero e salvataggio di animali selvatici.

Il centro ha così deciso di chiamare il piccolo gufo Zeus, in onore del dio greco a capo dell’Olimpo, sovrano del tuono e del cielo. Le immagini del piccoletto vengono postate regolarmente sulla pagina Facebook della struttura e su Imgur, riscuotendo grande successo e seguito. Infatti Zeus può vantare un numero corposo di seguaci e ammiratori, galvanizzati anche dalla visione dei video postati sulla pagina web del centro.

La struttura apre le porte a visite guidate ed educative, in particolare rivolte a scolaresche e bambini. L’obiettivo è quello di istruire sulle necessità e le esigenze degli animali selvatici. Il piccolo Zeus, molto ammirato, è quindi diventato velocemente una mini celebrità sia per la sua stazza ridotta che per le sua particolare bellezza. I gufi, del resto, sono animali molto affascinanti e misteriosi, proprio grazie al loro aspetto granitico ma anche per le innumerevoli leggende che circondano la loro vita.

20 novembre 2014
Fonte:
I vostri commenti
viviana governi, lunedì 1 dicembre 2014 alle8:18 ha scritto: rispondi »

Semplicemente meraviglioso come la natura può stupirci ogni giorno. ?..

Lascia un commento