Appartenente al mondo minerale, la Zeolite è una pietra di origine vulcanica che trae origine sia dalla lava sia dall’acqua salmastra, trasformandosi in una risorsa molto utile per l’organismo umano. Tra le numerose tipologie, a essere usata nell’ambito della salute e del benessere è principalmente la clinoptilolite, ritenuta un potente antiossidante e caratterizzata da un elevato potenziale depurativo.

=> Scopri le pietre per migliorare il sesso


La Zeolite è detta anche “pietra che bolle”: infatti questo minerale ha la particolarità di scaldarsi al solo contatto con acqua. Si caratterizza per la presenza, al suo interno, di sali minerali preziosi come magnesio, potassio e sodio. La si trova in commercio sotto forma di polvere, da usare secondo le dosi consigliate come integratore alimentare. A livello topico, inoltre, è possibile adoperare lozioni e creme a base di Zeolite – solitamente disponibili in unione con altri componenti – molto utili per stimolare la naturale rigenerazione dell’epidermide.

Proprietà benefiche

La Zeolite viene solitamente considerata la pietra depurativa per eccellenza, in grado di ripristinare l’equilibrio nel corpo eliminando le sostanze tossiche accumulate, così come i metalli pesanti. La particolare struttura permette l’assorbimento delle tossine, che vengono poi eliminate attraverso le feci. Determinante è il suo ruolo nel contrastare i radicali liberi grazie al suo potenziale antiossidante, alcalinizzante e rimineralizzante.

Tra le sue proprietà compare anche la capacità di limitare lo stress, potenziando le difese immunitarie e favorendo un aumento della resistenza fisica oltre che della concentrazione.

=> Scopri l’opale nella cristalloterapia


Per quanto riguarda le qualità benefiche per la cura della pelle, la Zeolite – anche in polvere – aiuta a lenire il fastidio causato da dermatiti, eczemi e psoriasi, diventando anche una risorsa da sfruttare per curare l’acne. Il minerale può essere adoperato anche come rimedio naturale per favorire la traspirazione e contrastare i batteri responsabili di causare cattivi odori in seguito alla sudorazione.

Come si usa

Se usato come integratore alimentare, la Zeolite può essere facilmente assunta in polvere da sciogliere in acqua: si consiglia una dose da circa cinque grammi da diluire in mezzo bicchiere di acqua naturale, da bere preferibilmente al mattino a digiuno.

=> Scopri il magnesio supremo contro stanchezza e stress


A livello topico, invece, oltre ai preparati in crema è anche possibile adoperare la polvere applicandola direttamente sulle zone da trattare, eventualmente tamponando con un dischetto di cotone imbevuto d’acqua e lasciato leggermente umido.

Controindicazioni

L’utilizzo della Zeolite come integratore dovrebbe essere sempre sottoposto all’attenzione del medico, sebbene questo minerale sia considerato atossico e gli effetti collaterali siano rari. Il rischio più grande cui si va incontro, soprattutto se si assume questo preparato per lunghi periodi, è quello di manifestare stitichezza proprio a causa dell’elevato potere assorbente della Zeolite. Si consiglia, quindi, di assicurare al corpo un adeguato apporto di acqua e liquidi in modo da non turbare la regolarità intestinale.

Talvolta, nei soggetti maggiormente predisposti, si possono manifestare anche nausea e cefalea, così come mal di stomaco e altri disturbi che coinvolgono l’apparato gastrointestinale.

9 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento