Carta riciclata e cellulosa per un nuovo materiale 100% riciclabile. Questa la scommessa lanciata con Zeoform, un nuovo tipo di sostanza in grado di dar vita a prodotti altrimenti costruiti in plastica o con altre sostanze inquinanti. Una sfida che viene vista dai suoi creatori come una vera e propria “rivoluzione”.

Zeoform potrà sostituire, assicurano i suoi creatori, non soltanto materiali plastici, ma anche per l’edilizia, l’arredamento di interni, gli strumenti musicali e la gioielleria. Alla base di questo la possibilità di ottenere sostanze simili, ma dalla consistenza variabile, da un processo di lavorazione brevettato.

Molte sono inoltre le potenziali varianti offerte per quanto riguarda la personalizzazione finale, come sottolineano gli stessi produttori, grazie alla possibilità di levigare, dipingere, modellare e pressare lo Zeoform.

Il tutto si basa sul processo di ricombinazione della cellulosa in acqua, da cui deriva un materiale riciclabile al 100% e non tossico. Per ottenere i fondi necessari alla realizzazione di un “Center for excellence” (Centro per l’eccellenza), da guidare seguendo i principi della filosofia “Open Source”, i suoi produttori hanno scelto il sito di “crowdfounding” Indiegogo. Come spiega Alf Wheeler, CEO di Zeoform:

ZEOFORM™ è una tecnologia in grado di cambiare le regole del gioco nell’industria globale, in maniera molto simile a quanto fatto dalla plastica nel dopo guerra. Un materiale utilizzabile ovunque, eco-sostenibile e utilizzabile in tutti i continenti nelle varie industrie per la produzione infinita di prodotti di consumo innovativi. Il raggiungimento collettivo di questo obiettivo aiuterà senza dubbio la Terra a diventare un ecosistema più equilibrato e sostenibile.

23 ottobre 2013
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento