Zecche nei cani: come riconoscerle e toglierle

Con l’arrivo della bella stagione e dei primi tepori, le passeggiate con Fido si fanno più frequenti, alla ricerca di un po’ di sole e di relax. La libertà di una corsa in un prato in ricrescita è sicuramente una grande gioia per il cane di casa, che può così sgranchirsi le zampe e le ossa. Di certo, tra l’erba e nel fango, si possono annidare insetti e parassiti dannosi per la sua salute.

Tra i pericoli più diffusi dell’erba alta o degli argini dei fiumi possiamo identificare le zecche, sempre in attesa del passaggio della cavia di turno. Insetti dal formato mignon sfruttano la stagione umida per proliferare, quindi ancorarsi al manto del cane o alla pelle dell’uomo per succhiare il sangue. La presenza della zecca non va sottovalutata, il parassita è una figura piuttosto fastidiosa, che può provocare una serie di malattie e infezioni.

Come riconoscere e individuare le zecche

Zecca formato

Tick Crawling On Human Skin via Shutterstock

L’identificazione della zecca, all’inizio e se di formato molto piccolo, non è immediata. Appare piuttosto complessa in un cane a pelo lungo, un po’ più facile in un animale a manto corto e raso. Appartiene alla famiglia delle aracnidi, infatti è un artropode chelicerato, come un ragno possiede molte piccole zampe. Solitamente minuscola e scura può assumere la dimensione iniziale pari a uno spillo, si aggancia al pelo del cane e succhiare il sangue dalla sua pelle. La presa avviene tramite la bocca che presenta una struttura simile a una piccola tenaglia, che si inserisce sotto la pelle del cane.

Il formato piccolo aumenta lentamente di pari passo con il sangue ingurgitato, quindi la zecca da nera diventa rossastra e grigia. La dimensione ricorda quella di un pisello schiacciato. Una volta individuata sulla cute, oppure per terra, non va estratta con forza dalla pelle del cane e neppure schiacciata. Il parassita potrebbe essere pieno di uova e infettare l’ambiente. Meglio procedere con cura e attenzione, seguendo un metodo preciso.

Rimuovere le zecche

Una volta individuata la zecca sul cane si procede alla sua rimozione, per farlo è bene indossare dei guanti. L’insetto potrebbe rompersi e quindi infettare con le sue uova sia la cute del cane che la casa. Per impedire che la bocca rimanga sottopelle si utilizzano le pinzette, specifiche per la zecca oppure quelle comuni da beauty. Si disinfettano, quindi si aggancia la zecca più vicino possibile alla bocca, effettuando una torsione la si estrae. Meglio non tirare ma attuare questo movimento, così da eliminare tutto il corpo del parassita, quindi si procede disinfettando la cute di Fido. La zecca si brucia o si immerge nell’alcol, o ancora la si getta nel wc. Importante proteggere il cane con un valido antiparassitario.

7 marzo 2014
Lascia un commento