Combattere le zanzare è solitamente un’attività riservata ai mesi estivi. Se però si vuole giocare d’anticipo e preparare le proprie difese per tempo, ecco che qualsiasi periodo si rivela buono per informarsi riguardo l’installazione di zanzariere fai da te. Realizzabili interamente in casa o già pronte in kit di costruzione, queste attrezzature sono relativamente semplici da installare e persino da costruire in casa, almeno per quel che concerne i modelli base.

Zanzariere fai da te: modelli e tipologie

Esistono varie tipologie di zanzariera fai da te tra cui poter scegliere, variabili a seconda del supporto su cui andranno installate e delle diverse esigenze. La più classica è senz’altro quella fissa, con buona probabilità la più efficace tra le varie opzioni disponibili. Il suo inconveniente principale è però la relativa complessità nella sua rimozione in caso di necessità di liberare le finestre.

Nel caso di finestre che devono essere “attraversabili” è sconsigliata la scelta di un modello fisso a vantaggio di quelli a scorrimento orizzontale o verticale. Sono tipologie che nella maggior parte dei casi prevedono un rullo con cassonetto di immagazzinamento della rete telata e un sistema di blocco per assicurarne la chiusura. Il loro funzionamento ricorda quello delle normali serrande e si caratterizza nei modelli verticali per la cordicella pendente con cui si può regolare l’apertura o chiusura della zanzariera.

Sempre a scorrimento esistono poi anche i modelli con telaio a pannello e con rete plissé, entrambi destinati in prevalenza per l’uso su portefinestre. Ampia scelta quindi per la lotta alle zanzare, con l’unica attenzione sempre valida del rispetto delle dimensioni. Maggiori informazioni circa le esigenze specifiche della zanzariera da voi scelta potranno senz’altro essere chieste al rivenditore o direttamente all’azienda produttrice.

Zanzariera a scorrimento verticale

Costruire in casa la propria zanzariera fissa

Costruire la propria zanzariera interamente da sé è senz’altro economico e meno difficile di quanto si potrebbe pensare. Va tuttavia tenuto conto dell’assoluta precisione e accortezza che dev’essere prestata nel prendere le misure della propria finestra e nel relativo acquisto dei materiali. Eventuali imprecisioni potrebbero produrre degli spazi vuoti che renderanno la rete potenzialmente inefficace.

Detto questo vediamo quali sono gli strumenti e i materiali di cui si avrà bisogno durante la realizzazione della propria zanzariera. Innanzitutto una rete telata, con maglie sufficientemente strette per non far passare i fastidiosi insetti, ma non tale da rendere difficile il circolo dell’aria. Di norma può essere acquistata in un negozio di ferramenta o bricolage pagandola al metro.

Vi serviranno inoltre 4 bacchette o listelli di legno a sezione quadrata (larghezza minima 2,5 cm), con cui disegnare la “cornice” della struttura e che potranno essere anche realizzati su misura dal vostro falegname o negozio specializzato di fiducia. Infine chiodi da 2,5 cm per il legno, colla, forbici, graffettatrice e per ogni eventualità una sega o seghetto.

Nell’allestire con le bacchette di legno il supporto su cui si andrà a montare la rete telata sarà necessario qualche piccolo controllo, in modo che sia ben fissato e si collochi con precisione sulla vostra finestra. Prendere i primi due listelli e unirli formando un angolo di 90°, controllando con una squadra l’esattezza di questa misura e ripetendo i passaggi anche per gli altri angoli rimasti.

Una volta che l’intelaiatura è montata è il momento di applicare la rete telata, avendo cura di fissarla in punti ravvicinati (3-5 cm) e dopo averla ben tesa. Una maggiore tenuta può essere garantita aggiungendo alcune gocce di colla ad alto fissaggio. A questo punto basterà posizionare la zanzariera alla vostra finestra e il lavoro sarà completo.
Zanzariera a scorrimento verticale per finestra

Kit di montaggio

Se poi non voleste cimentarvi con la realizzazione in casa della vostra zanzariera, ma risparmiare comunque qualcosa è possibile orientarsi verso soluzioni già pronte in kit di montaggio. In caso di scorrimento verticale attenzione soprattutto alla larghezza dell’intelaiatura poiché, a differenza dell’altezza, questa non potrà essere adattata riducendo la lunghezza delle “piste”.

Se le misure del vostro kit sono corrette per quanto riguarda la larghezza, ma eccedono in altezza poco male. Basterà apportare alcune piccole correzioni e potrete montare la vostra barriera contro le zanzare. Le guide laterali dovranno entrare leggermente forzate così da mantenere la giusta aderenza. Prestare in ogni caso molta attenzione alle istruzioni contenute nella confezione, un numero crescente di zanzariere sono installabili senza l’uso di viti o chiodi.

Ricordiamo in ultimo qualche altro consiglio per tenere le zanzare lontano dalla propria pelle, come ad esempio lo svuotamento costante dei sottovasi. Se poi noterete un gecko sui muri della vostra casa sorridete e lasciatelo pure andare: sarà uno dei vostri migliori alleati.

26 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento