Zampe & Co, l’album di figurine animali da Panini

Panini lancia un singolare album di figurine per la stagione 2012-2013: niente calciatori o divi musicali, a esserne protagonisti sono i nostri amici a quattro zampe. Un’iniziativa da segnalare non solo per la simpatica raccolta, ma soprattutto perché legata a progetti di salvaguardia di cani e gatti.

La collezione si compone di 432 figurine, tra cui 72 “speciali”, e si propone di fare un excursus non solo degli animali domestici, ma anche della fauna più esotica presente nel mondo. Un tour dei quattro continenti a cui si aggiungono delle proposte di sensibilizzazione per la salvaguardia di tutte le specie viventi.

Innanzitutto, Panini ha previsto la possibilità di un contatto diretto con il consumatore: con “MyZampe” l’utente potrà creare online una figurina dedicata al proprio cane o al proprio gatto, un’immagine che Panini stessa spedirà a casa per poter essere aggiunta alla propria collezione. Poi, vi sono 12 fotografie speciali realizzate in collaborazione con ANMVI (Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani) e SISCA (Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate): le figurine, dotate di speciale codice, permetteranno di ottenere online dei validi consigli per la cura e l’accudimento dei nostri amici a quattro zampe. Non è però tutto: vi sono iniziative legate all’album che si tradurranno in attività nel reale.

La prima è “Team Z”, l’istituzione spontanea di gruppi di bambini che si preoccuperanno di proteggere e accudire gli animali della propria zona. Seguono quindi le lezioni ANMVI, degli incontri nelle scuole primarie e secondarie per insegnare agli studenti l’importanza del giusto accudimento di un animale domestico e della salvaguardia dell’ambiente. Vi è quindi la discesa in campo di OIPA, che tramite le figurine tenterà di dotare i volontari di furgoni e kit di primo soccorso animale, e il concorso “Compagni di collezione”, una raccolta degli incarti delle confezioni acquistate in edicola per conquistare un kit di cancelleria per la propria classe scolastica.

12 novembre 2012
Lascia un commento