Praticare Yoga può aiutare in maniera naturale a contrastare dolore e sbalzi d’umore provocati dalla tensione premestruale. A suggerire questa possibilità sono i ricercatori del King’s College London, secondo i quali alcune posizioni specifiche risulterebbero particolarmente efficaci per alleviare i sintomi del disturbo.

Secondo i ricercatori britannici lo Yoga indurrebbe nel cervello una maggiore tolleranza verso stress e crampi, rendendo più facile controllare anche i dolori connessi. Lo studio ha previsto l’analisi di 15 precedenti ricerche, riguardanti tensione premestruale o cicli irregolari/dolorosi, condotte nell’arco di 20 anni su donne di età compresa tra i 13 e i 45 anni.

=> Scopri cosa sono l’Aerial Yoga e l’Acroyoga

Dalla pratica Yoga sarebbero stati ottenuti benefici quali ad esempio una riduzione degli stati d’ansia, dello stress, dei dolori, della rabbia e dei crampi. Come ha sottolineato la Dott.ssa Jennifer Oates:

Ciò è davvero interessante perché lo Yoga è una forma di esercizio a cui molte persone hanno accesso attraverso lezioni o tutorial online. Possono praticarlo ovunque, senza bisogno di attrezzature specifiche e non è obbligatorio dover spendere soldi.

La ricerca ha preso in esame pratiche piuttosto intensive di Yoga, ma possiamo essere ottimisti riguardao al fatto che ciò rappresenti una potenziale speranza per le persone con tensione premestruale o ciclo irregolare/doloroso.

=> Leggi quali sono le differenze tra Yoga e Pilates

L’aiuto offerto dallo Yoga potrebbe essere connesso, spiegano i ricercatori, all’azione di riequilibrio che questa pratica sembra avere sui livelli ormonali degli individui. In particolare verrebbe ridotta la presenza di cortisolo, il che favorirebbe una maggiore tolleranza del dolore.

Se da un lato gli insegnanti di Yoga consigliano contro i dolori mestruali posizioni come quella del “cane a testa in giù” o del “ponte”, dalle ricerche analizzate sarebbe risultato come altrettanto efficaci siano anche quelle note come “cobra”, “gatto” e “pesce”. Come concluso dagli studiosi sul Journal of Alternative and Complementary Medicine:

La riduzione dei sintomi dei problemi legati al ciclo mestruale potrebbe essere dovuta a un effetto generico offerto dallo Yoga in relazione alla maggiore tolleranza del dolore e alla riduzione dello stress, piuttosto che a un reale impatto su cause di fondo come disordini mestruali, come lo squilibrio ormonale per esempio.

3 maggio 2017
Fonte:
Lascia un commento