Una bici a prova di ladro che deve essere distrutta per poter essere sottratta al suo legittimo proprietario. La due ruote impossibile da rubare arriva dal Cile ed è stata ribattezzata Yerka. L’idea è nata per contrastare il fenomeno dei furti di biciclette, terrore di ogni ciclista.

Legare la bici con le comuni catene non sempre basta a scongiurare il rischio di non ritrovare più la bici dove è stata parcheggiata. I ladri riescono ad aggirare anche i sistemi antifurto più costosi ed efficaci.

Ad attirare l’attenzione dei malintenzionati non sono soltanto le bici nuove e i modelli più costosi, ma anche le vecchie biciclette che vengono rimesse a nuovo ed esportate in altri Paesi. Il mercato illecito delle bici usate prolifera.

Per permettere ai ciclisti di dormire sonni tranquilli tre giovani designer cileni, Cristóbal Cabello, Juan José Monsalve e Andrés Roi Eggers, hanno progettato la singolare bici antifurto dotata di un sistema davvero ingegnoso. Il telaio della bici Yerka può essere smontato in due parti in poche mosse.

Il ciclista deve poi procedere al riassemblaggio attorno al palo. La bici diventa così impossibile da rubare senza danneggiare gravemente la sua componente principale, rendendola inutilizzabile.

I ladri possono portarla via soltanto segando il telaio. La fatica dei malviventi si rivelerebbe sprecata, non potendo ripiazzare sul mercato una bici rotta. La bici è stata dotata di un sistema antifurto anche per le ruote. Per smontare i bulloni che bloccano le ruote occorre utilizzare una chiave speciale.

L’idea dei tre giovani cileni, nata dai molteplici furti subiti dagli studenti all’università, ha riscosso grande successo e garantito all’ingegnoso team un finanziamento statale per coprire le spese di produzione di Yerka.

Il progetto è stato inoltre finanziato grazie al crowdfunding, consentendo di immettere sul mercato le prime 300 bici antifurto al costo di 500 dollari. Il costo della bici potrebbe in futuro attestarsi sui 600 dollari.

I giovani inventori hanno progetti ambiziosi: vendere almeno 300 bici Yerka al mese in tutto il mondo. Per raggiungere il traguardo il team è alla ricerca di finanziamenti per un totale di un milione di dollari.

I tre puntano a conquistare il mercato grazie alle recensioni positive della bici antifurto lasciate dai primi acquirenti. Nei prossimi mesi, grazie ai tanti commenti pervenuti, la bici verrà migliorata modificando i punti ancora vulnerabili.

7 agosto 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Silvana binelli, sabato 7 novembre 2015 alle8:30 ha scritto: rispondi »

Desidero sapere se esiste una bici da donna. Yerka e quanto costa. Grazie

Lascia un commento