Xena e Koshka, migliori cane e gatto del 2013

Tra i tanti animali in lizza per il premio ASPCA Humane Awards del 21 novembre, due in particolare si sono distinti per il loro indiscutibile ruolo, aggiudicandosi il premio come miglior cane e gatto dell’anno. Si chiamano Xena e Koshka e con loro verrà premiata la memoria di Catherine Hubbard, morta prematuramente a soli sei anni durante la sparatoria nella scuola elementare di Sandy Hook. Un riconoscimento importante per chi ha saputo creare un binomio perfetto, un linguaggio diretto ed empatico tra due mondi così differenti.

Il cane Xena è balzata agli onori della cronaca passando attraverso sofferenza e dolore, la più classica delle agonie derivata dall’abbandono e della malnutrizione. Recuperata in un cortile della contea di DeKalb in Georgia mentre versava in condizioni drammatiche, per la piccola di soli 4 mesi non si prospettava un futuro lungo e roseo. Sul punto di morire si era ripresa e, grazie al rifugio che l’aveva presa in cura, era cresciuta e diventata forte. La giovane, di razza mista American Staffordshire Terrier, era diventata un simbolo e di lei si era interessata la famiglia Hickey, partita alla volta della Georgia per conoscerla.

L’incontro è stato fondamentale per il figlio Jonny, di soli 8 anni e affetto da autismo. Il legame è stato immediato e tra i due si è creato un feeling speciale, tanto da convincere la famiglia all’adozione immediata. Jonny è quindi passato dai silenzi quasi totali e dall’assenza di socializzazione agli abbracci e alle canzoni con Xena, un salto feroce fuori dal buio della sua solitudine. Con il tempo il loro è diventato un binomio forte, dove Xena con la sua presenza fisica conferma il suo forte amore per il bambino. Gli sviluppi si possono seguire sulla loro pagina di Facebook, e insieme promuovono Autism Awareness Month e la Prevention of Cruelty to Animals Month.

Koshka ha reso meno duro il percorso militare del sergente Jesse Knott in Afghanistan, rimanendo al suo fianco anche durante i momenti più duri. Il soldato è grato al gatto per averlo consolato dopo la perdita di due amici e colleghi in guerra, uccisi durante un bombardamento. A fine servizio il sergente ha convinto un coraggioso traduttore a trasportare il gatto attraverso Kabul, per poi farlo partire in direzione Oregon. La famiglia del sergente ha speso 3.000 dollari per imbarcare il felino alla volta dello stato americano, dove ora vive sereno e felice.

Un premio verrà destinato a Catherine Hubbard e alla sua memoria, morta a soli 6 anni durante la sparatoria all’interno della sua scuola elementare. Amante degli animali e della natura, sin da molto piccola si è sempre interessata alla cura dei più deboli, creando un piccolo rifugio casalingo con tanto di biglietto da visita. Dal giorno della sua uccisione la famiglia è decisa a creare un santuario per animali in suo onore, dal nome Caterina Viola Hubbard Animal Sanctuary. Altri premi aggiuntivi andranno a Dan Harris di ABC News, per il suo ruolo televisivo e informativo nei riguardi del mondo animale. Quindi Teresa Strader, fondatrice e direttrice della National Mill Dog Rescue, una ex infermiera che ha salvato 8.000 cuccioli dagli allevamenti clandestini, e infine Dion R. Dundovich, Bruce W. Houston e Karen J. Smilgis, tre agenti delle forze dell’ordine responsabili di aver condotto un’operazione contro i combattimenti clandestini.

11 novembre 2013
Fonte:
Lascia un commento