Le sue orecchie spuntano a malapena dal banco dei testimoni, ma la sua presenza è di fondamentale importanza per il buon andamento dei processi in tribunale: stiamo parlando di Woolf, un Husky bianco assunto dalle corti statunitensi di Lake County per calmare i bambini.

Woolf da tempo è abituato alla presenza dei più piccoli, perché è normalmente impiegato in attività scolastiche fra i numerosi istituti della città. E visto il suo carattere docile e serafico, è normalmente riconosciuto per la sua capacità di calmare anche il bimbo più irrequieto. Proprio per questo motivo, si è pensato che la sua presenza in tribunale potesse essere davvero fondamentale per risolvere i casi più annosi.

Come quello che ha visto coinvolto due piccoli, di 6 e 7 anni, interrogati su una vicenda di abusi sessuali inflitti dal padre. I due, spaventati dall’ambiente del tribunale, sono sempre stati riluttanti a parlare. Ma è bastato far avvicinare il cane ai loro piedi per farli rilassare, grazie a una carezza sul manto morbido e a uno scodinzolio di incoraggiamento. Woolf è addestrato per gestire queste situazioni: si accovaccia serafico, non abbaia né disturba, si lascia toccare in qualsiasi parte del corpo senza ostentare il minimo fastidio.

Appurate le straordinarie capacità del cane, la proprietaria Missy Ziler – già impegnata nel progetto scolastico Reading Education Assistance Dog, un sistema pensato per migliorare le capacità di lettura di studenti problematici grazie alla presenza di Woolf – ha deciso di fondare una specifica ONLUS, la Companions for Courage. Si stanno assoldando altri cani da portare davanti alle corti, per infondere coraggio non solo a bambini, ma anche ad adulti con problemi di attacchi di panico, fobie e problematiche mentali varie.

15 giugno 2012
Lascia un commento