Waffles vegani: ricetta

Golosi e non troppo elaborati da preparare, i waffles sono molto apprezzati a tutte le età e perfetti per mettere in tavola un dessert in poco tempo, oppure organizzare una merenda veloce e gustosa. Queste cialde hanno la particolarità di garantire una superficie esterna croccante e un “cuore” più morbido, andando incontro ai gusti più diversi grazie alla possibilità di aggiungere topping, creme, frutti o perfino gelato.

=> Scopri lo sciroppo d’acero per dimagrire


La ricetta classica per preparare i waffles prevede l’uso delle uova e del burro, o della margarina vegetale, tuttavia è possibile realizzare in casa una variante meno calorica, più leggera e totalmente vegana: per ottenere il caratteristico motivo a “nido d’ape” è sufficiente avere la tipica cialdiera, replicando la forma originale di questo dolce tipico di alcune zone dell’Europa del Nord, ma non mancano le alternative per coloro che sono sprovvisti di questo strumento. Ecco ingredienti, procedura e metodo di cottura dei waffles vegani.

Ingredienti e procedura

Waffle

Per preparare degli ottimi waffles vegani occorrono pochi e semplici ingredienti, tuttavia è bene ricordarsi che il tempo di cottura potrebbe essere superiore a quello richiesto dalla ricetta tradizionale. Occorrono:

  • una tazza di farina 00;
  • mezza tazza di farina integrale o di kamut o di farro;
  • 4 cucchiai di zucchero di canna;
  • un cucchiaio di lievito per dolci;
  • 50 ml di olio di semi;
  • 350 ml di latte di cocco o di soia;
  • un pizzico di sale.

Per comporre la pastella è necessario amalgamare prima solo gli ingredienti secchi, aggiungendo poi sia il latte vegetale sia l’olio, facendo in modo di ottenere un impasto denso ma senza grumi, da lasciar riposare per alcuni minuti. Trascorso questo tempo, la pastella è pronta per essere versata sulla cialdiera ben calda precedentemente unta con poco olio di semi, facendo cuocere un paio di minuti per parte fino a raggiungere il livello di croccantezza desiderato.

Cottura e varianti

Waffle

L’impasto base può essere personalizzato, ad esempio, aggiungendo del cacao in polvere o una tazzina di caffè liquido, oppure è anche possibile realizzare una versione “salata” dei waffles vegani utilizzando della farina di ceci e alcuni aromi, come il rosmarino e la salvia. In assenza di cialdiera, i waffles vegani si prestano altrettanto bene ad altri sistemi di cottura:

=> Scopri i pancakes fatti in casa


  • in forno mediante gli appositi stampi in silicone unti con un filo d’olio;
  • sulla piastra per toast;
  • in padella antiaderente unta.

Salse e guarnizioni

Waffle

Esattamente come i waffles preparati con impasto classico a base di uova, la variante vegana si sposa bene con diversi tipi di salse di accompagnamento o altri decori. Oltre al classico sciroppo d’acero, al miele e al topping al cioccolato, è possibile preparare una deliziosa salsa a base di frutta fresca tagliata a piccoli pezzi e fatta scaldare con dello zucchero in padella. Chi apprezza la frutta, inoltre, può gustarla fresca impiattata a fianco del waffle caldo e accompagnata da una pallina di gelato di soia o di panna vegetale montata. E ancora, i più golosi possono guarnire il waffle con della granella di nocciole e un filo di topping al cacao.

12 settembre 2018
Immagini:
Lascia un commento