Un animale salvato da un pericolo deve poter ritornare nel suo habitat naturale, dopo aver subito un’interazione con l’uomo minima, se non nulla. Ma il caso della piccola volpe Aphrodite ha mostrato come un’estrema docilità e sottomissione impediscano all’esemplare il ritorno in natura. L’animale, recuperato nella contea dell’Essex in Inghilterra nel 2014, era stato intercettato mentre, bloccato con una zampa nella recinzione, penzolava a testa in giù da un’ora. In suo soccorso era giunto lo staff della National Fox Welfare Society, che aveva prestato le prime cure mediche, tranquillizzando al contempo l’esemplare traumatizzato. Ospitata presso il centro, la piccola volpe ha iniziato a guarire lentamente, recuperando le ferite fisiche e dell’animo. Assaporando anche la possibilità di gustare un pasto caldo e gustoso ogni giorno.

Al posto della diffidenza naturale, l’animale ha iniziato a sviluppare una forma di riconoscenza, una forma di gratitudine nei confronti dei suoi salvatori. Non potendo ritornare libera, a causa di una frattura con osso esposto, Aphrodite è divenuta velocemente parte integrante della grande famiglia della struttura. Trovando anomalo il suo comportamento, i veterinari hanno deciso di approfondire la questione, effettuando altri esami clinici. Da questi è emerso che la volpe era risultata positiva alla toxoplasmosi, una malattia parassitaria che colpisce il cervello degli animali e proprio la zona che si occupa di gestire i sentimenti di paura e l’istinto di lotta o fuga. Rendendo così i quadrupedi particolarmente gentili.

Troppo docile e fiduciosa per sopravvivere alla cattiveria umana, la piccola volpe è stata accolta definitivamente dal centro, quindi curata per la toxoplasmosi, da cui è guarita perfettamente. Come sostengono i membri dello staff, il suo modo di fare così remissivo, la capacità di farsi accarezzare senza problemi, l’avrebbero resa una preda facile. Nonostante viva presso la struttura, spartisce lo spazio con una sua simile, Dotty, così da mantenere attivi gli istinti della sua specie. La National Fox Welfare Society da qualche tempo si occupa del recupero e cura delle volpi in difficoltà che vengono reinserite in natura a guarigione avvenuta.

14 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento