Una famiglia francese è riuscita a vincere una battaglia legare e ottenere l’affidamento definitivo di una volpe. La piccola era stata trovata a bordo strada dal capo famiglia, mentre si proteggeva accanto al corpo della madre defunta. Il cucciolo, ribattezzato Zouzou, era spaventato e intimorito, ma non riusciva ad abbandonare la madre ormai morta per colpa di una vettura.

Era quindi finita in casa Delanes ottenendo affetto e amore, oltre che protezione e pasti caldi. Ma l’Office National de la Chasse et de la Faune Sauvage ne aveva scoperto la presenza illegale, intimando alla famiglia di liberarla in natura. I Delanes si erano opposti fermamente considerando la volpe parte integrante del nucleo familiare, la stessa era ormai troppo addomesticata per rientrare nel suo habitat. Nel 2011 era scattata l’azione legale nei confronti dei suoi custodi, i quali avevano chiesto il supporto dell’opinione pubblica attraverso una petizione.

Non solo: per Zouzou è stata aperta una pagina Facebook dove la famiglia illustrava ampiamente la sua storia. In breve tempo la volpe è diventata molto amata anche dal pubblico del social network, attraversando i confini della rete e diventando un caso nazionale francese. La famiglia aveva ricevuto la richiesta perentoria di riconsegnare la volpe e di pagare una multa di 300 euro: in Francia è illegale ospitare un animale selvatico.

Anne Paul Delanes e suo marito hanno continuato a ospitare l’esemplare, anche dopo aver pagato la multa, confermando di aver ricevuto un’autorizzazione speciale per poter trattenere la piccola, lasciapassare elargito dalla prefettura locale nel sud ovest della regione della Dordogna. Ma per timore di sottrazioni improprie il cucciolo è rimasto nascosto fino all’esito definitivo del processo, che consente alla famiglia di adottare ufficialmente Zouzou.

Come sostiene la stessa Anne Paul, la simpatica quadrupede è molto docile e amichevole, dimostra riconoscenza e fedeltà pari a un cane. Infatti proprio come questi scodinzolerebbe e guairebbe di gioia alla vista dei suoi amati proprietari. Un atteggiamento non atipico per un animale così intelligente e intuitivo.

31 gennaio 2014
Fonte:
I vostri commenti
anna paolino, mercoledì 13 maggio 2015 alle18:04 ha scritto: rispondi »

Sono favorevole ad un decreto di introduzione delle volpi tra gli animali d'affezione ed alla possibilità di tenerle in casa, come i cani ed i gatti.

Lascia un commento