Sembrano davvero lontani i tempi in cui Greenpeace attaccava Volkswagen con tanto di dimostrazioni in stile Guerre Stellari, eppure, strano a credersi e forse, ancora più strano a dirsi, l’organizzazione ambientalista e il più grande costruttore di automobili europeo vanno oggi d’amore e d’accordo proprio sul tema delle emissioni di CO2.

>>Guarda il video delle proteste di Greenpeace in stile Guerre Stellari

Già alcune settimane fa, quando Volkswagen aveva dichiarato l’intenzione di abbassare le emissioni della propria gamma a 95 g/km di CO2 entro il 2020, i rapporti con Greenpeace si erano distesi, tanto che quest’ultima aveva accolto con soddisfazione le nuove strategie pianificate dal gruppo tedesco.

>>Leggi le nuove direttive Volkswagen sulle emissioni dei veicoli, al via nel 2020

Adesso l’avvicinamento delle posizioni è stato ufficializzato, se così si può dire, con tanto di comunicato stampa in cui si parla dell’incontro avvenuto ad Hannover il 21 marzo scorso tra Martin Winterkorn, Presidente del Consiglio esecutivo di Volkswagen, e Brigitte Behrens, Direttore Capo esecutivo di Greenpeace.

Al di là delle dichiarazioni di soddisfazione reciproca per i nuovi piano di Volkswagen si apprende che l’organizzazione ambientalista manterrà un dialogo aperto con il costruttore nel prossimo futuro, con al centro il tema della mobilità sostenibile.

Sotto osservazione non dovrebbero esserci quindi esclusivamente i modelli elettrici e ibridi che il gruppo di Wolfsburg si prepara a lanciare, ma anche le vetture a propulsione tradizionale il cui impatto ambientale dovrà essere necessariamente e ulteriormente ridotto rispetto a quanto avviene adesso.

3 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento