Vivisezione, Brambilla: stop agli allevamenti di animali da laboratorio

Stop agli allevamenti di animali destinati ai laboratori scientifici. Buone notizie in arrivo per tutti gli amanti degli animali, finalmente anche l’Italia recepirà la Direttiva europea n.63 del 2010 in materia di vivisezione. L’annuncio viene dato dal ministro per il Turismo Michela Brambilla durante la conferenza stampa di presentazione del provvedimento.

Resterà solo da attendere il normale iter di legge, ma l’attività degli allevamenti di cuccioli destinati ai laboratori dovrà cessare in tutto il territorio italiano. Il testo approvato ieri in Commissione Affari Sociali stabilisce regole chiare e, garantisce la Brambilla, una volta che il percorso legislativo sarà concluso:

Non sarà possibile allevare cani, gatti, primati nel territorio nazionale che siano destinati alla vivisione o alla sperimentazione animale.

Niente più vivisezione su queste specie quindi, ma l’obbligo di ricorrere a tecniche scientifiche differenti. Non solo, proibito qualsiasi test che non preveda pratiche anestetiche per evitare agli animali inutili sofferenze:

Grazie all’emendamento approvato – ha spiegato la Brambilla – si garantiranno per gli animali metodi alternativi a fini scientifici e la vivisezione sara’ superata proprio con tali metodi e grazie alla formazione di esperti. Inoltre si vieteranno gli esperimenti che non prevedono anestesia o analgesia, assicureremo un sistema ispettivo e si definiranno anche le sanzioni appropriate per dissuadere chi non rispetta il quadro legislativo.


Inevitabile poi che il pensiero vada a quello scandalo inaccettabile rappresentato dalla multinazionale “Green Hill“, nei cui allevamenti oltre duemila beagle vengono cresciuti unicamente per divenire cavie da laboratorio:

GreenHill, quando sarà approvato l’iter per l’approvazione del recepimento della Direttiva comunitaria, non potrà più effettuare quel tipo di commercio e di attività sul territorio italiano. Ciò non toglie che la multinazionale non potrà riconvertire la propria attività come semplice e normale allevamento di cani.

20 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Zinina74, lunedì 26 marzo 2012 alle13:20 ha scritto: rispondi »

E' uno scandalo!!!!!Come sempre l'uomo si distingue per le sue violenze inutili. Non permettete che possa continuare questo schifo

Seryswe, lunedì 20 febbraio 2012 alle10:57 ha scritto: rispondi »

Salve a tutti! Finalmente qualcosa sta cambiando! Ritengo vergognoso, crudele e inaccettabile la vivisezione! E' una pratica atroce, disumana, inaccettabile! Ritengo che c'è ancora tantissimo da fare ma possiamo farcela ad eliminare questa inutile e atroce pratica! Bisogna rispettare gli animali! Da amante degli animali vedere le immagini e leggere le notizie relative alla vivisezione mi piange il cuore vedere la crudeltà umana nei confronti di questi poveri animali indifesi! Basta con la vivisezione! sery

Mg_lombardi, giovedì 1 dicembre 2011 alle13:13 ha scritto: rispondi »

io sono unánimalista !il mio cuore piange quando vedo soffrire bestioline senza colpa.........ogni creatura di questo mondo,il mondo gli appartiene........rispettiamo gli animali per favore,grazie!!

Claudia, venerdì 21 ottobre 2011 alle12:12 ha scritto: rispondi »

No Federico, non preoccuparti che ci penserebbe la comunità europea a ricordare all' Italia del mancato recepimento della Direttiva! Arriverebbe una condanna da parte della commissione europea per lo stato, scontabile anche con il pagamento di una penalità pecuniaria salatissima..poi pagata questa dovrebbe comunque adeguarsi alla direttiva! Quindi non angosciarti che qualsiasi cosa dovesse succedere, i nostri animali sono tutelati! Io adoro gli animali e vivo per loro. Non condivido solo questo tuo elogiare un governo che non fa nulla nè per noi cittadini, nè per l'ambiente, nè per salvaguardare gli animali...tra l'altro chi ha preso questa disione di chiudere Green Hill? L'unica che non c'entrava nulla essendo ministro del turismo! Dove stava il ministro dell'ambiente? Davvero dobbiamo accontentarci? Se invece cambiassimo governo mettendo gente che sia più rispettosa del mondo in cui viviamo e che non pensasse solo ad arricchire le proprie tasche?

Federico Giampietro, venerdì 21 ottobre 2011 alle11:18 ha scritto: rispondi »

Claudia, se il parlamento si scioglie l'intera agenda finisce nel dimenticatoio. Il Governo può anche non piacerti, e a parecchi non piace, ma è un dato di fatto che questo sia il primo ad avere un ministro convintamente animalista. A me la politica interessa, ma gli animali mi interessano cento volte di più.

Lascia un commento