Hillary Barrows da gennaio vive nella sua ventennale automobile pur di non abbandonare i suoi amati cani, per impedire che le vengano sottratti definitivamente. La donna inglese, dopo anni di lavoro per tutta l’Europa come insegnante, è tornata nel Kent in Inghilterra, per viverci stabilmente. Ma in sole tre settimane, senza la possibilità di un nuovo lavoro, i soldi sono finiti e lei con gli amati cani è stata sfrattata. Divorziata, con tutti i parenti in Nuova Zelanda e l’anziana madre in Canada, Hillary si è trovata sola con l’unico supporto affettivo da parte dei suoi quadrupedi.

Nonostante avesse diritto a un alloggio d’emergenza la donna ha dovuto rifiutare, per l’impossibilità di poter ospitare gli animali all’interno. La Barrows ha preferito non abbandonare i cani e ha deciso di spartire con loro la sua auto, unico bene di proprietà senza il quale vivrebbe per strada. Con gli ultimi risparmi si è spostata verso Canterbury, dove l’Esercito della Salvezza la sostiene nell’alimentazione degli animali d’affezione. Vive nel parcheggio di un supermercato dove può sfruttare la presenza di un bagno e può farsi la doccia per 2 sterline una volta la settimana.

Il personale dell’esercizio ha dimostrato un animo compassionevole e le fornisce quotidianamente acqua calda gratuita e la colazione. L’associazione per la tutela degli animali RSPCA ha visitato più volte i cani, concordando sulla loro buona condizione di salute. Nelle vicinanze, un fast food aperto tutto il giorno le permette di caricare il computer e il telefono, così da inviare i CV per la ricerca di lavoro. Ma nonostante i titoli di studio e l’esperienza accumulata, l’assenza di un domicilio sta incidendo notevolmente sulla possibilità di trovare una nuova occupazione. Non avendo soldi non può pagare la caparra per un nuovo appartamento e, vista l’assenza prolungata dal Regno Unito, l’emergenza della donna non risulta prioritaria. Robbie e Cloe, salvati dalle strade e dal randagismo in Spagna, sono la sua unica famiglia: date le premesse, la convivenza in auto rischia di protrarsi per molto tempo. La donna ha lanciato una campagna crowdfunding su GoFundMe per trovare denaro per l’acconto di una nuova casa.

25 maggio 2015
Fonte:
Lascia un commento