Trascorrono la loro esistenza in minuscoli box, gli uni affiancati agli altri, senza la possibilità di muoversi e pascolare. È questa l’ultima denuncia che giunge sul fronte degli allevamenti bovini nel Regno Unito, resa nota da un’indagine condotta da Animal Equality. Un sistema che non provvederebbe alle necessità di questi animali, siano essi destinati alla produzione di latte oppure di carne.

L’indagine, condivisa dall’associazione sul sito ufficiale della divisione inglese, mostra le condizioni di vita di decine di bovini, ammassati per la produzione di latte e carne per una delle società casearie più famose del Regno Unito. L’allevamento, allestito nel Dorset, vede la distribuzione all’aperto di minuscoli box in plastica, con uno spazio recintato poco più lungo di un metro davanti all’entrata degli stessi. Qui troverebbero casa i vitelli, separati dalle madri a pochi giorni dalla nascita, dove rimarrebbero pressoché immobili anche quando i box non sono più in grado di contenerli. Raggiunto un certo peso, gli esemplari maschi verrebbero quindi trasferiti ai macelli, mentre le femmine sarebbero impiegate per la produzione di latte e per la riproduzione.

=> Scopri il significato dei muggiti


Così come già accennato, gli animali vengono ospitati nei box anche quando questi ultimi non sono più in grado di contenerli: il filmato, infatti, mostra alcuni bovini faticare nell’uscire dalle loro casette, altri ancora feriti sul dorso per lo sfregamento involontario con la plastica con cui sono realizzati i box. Un metodo d’allevamento che sarebbe oltretutto in contrasto con le normative del Regno Unito che, da diverso tempo, riconoscono le mucche come animali sociali, imponendo spazi adeguati a un esercizio quotidiano, nonché possibilità di socializzazione avanzate. Inoltre, la legge britannica richiede che i vitelli non vengano separati dalle madri a pochi giorni di vita e, in ogni caso, sottolinea come il ricorso ai box non possa superare le otto settimane: dopo questo termine, infatti, gli esemplari devono essere accuditi in gruppi all’interno delle stalle, favorendo proprio socializzazione e libertà di movimento.

=> Scopri le mucche olandesi espulse dalla Turchia


Animal Equality, verificando i dati dell’allevamento con il Dorset Trading Standards, ha potuto confermare come i bovini ospitati abbiano più di otto settimane e, per questo, ha richiesto un intervento immediato da parte delle autorità competenti.

28 marzo 2017
Lascia un commento