Franciacorta lancia il suo primo vino vegan. Si tratta del “Brut Green Vegan“, ottenuto secondo metodo classico italiano a basso impatto ambientale e nel rispetto dei criteri richiesti dall’alimentazione vegana. A presentarlo il direttore della cantina, Mario Falcetti.

La realizzazione di un vino vegan rappresenta una naturale evoluzione secondo Falcetti, frutto dell’adozione di un “percorso enologico a basso impatto” all’insegna del rispetto delle dinamiche naturali e in opposizione “all’invadenza della chimica”:

Il Vegan di Quadra è un vino, un’etichetta, un concetto rivoluzionario, almeno nell’ambito dell’offerta enologica attuale.

La reazione, superficiale, a questo innovativo Franciacorta, il primo e per ora unico nel suo genere, oscilla tra due atteggiamenti opposti che tendono a classificarlo ‘di moda’ oppure ‘estremista’. In realtà, le motivazioni che stanno alla radice di Green Vegan sono più profonde, articolate e complesse di quanto possa apparire a prima vista.

Durante il 2015 è stato messo a punto il procedimento volto a produrre un vino vegan di qualità e nel rispetto di quanto richiesto per l’ottenimento dell’uso del marchio “Qualità vegetariana-Vegan“. Come ha concluso Falcetti:

Non concepisco l’uso di prodotti di derivazione animale quali albumina, gelatina, caseina, colla di pesce, tant’è che questo modo di operare ha consentito di rendere i nostri Franciacorta immediati, di notevole piacevolezza ed eleganza, ma soprattutto adatti ai palati più esigenti anche in termini di sensibilità e allergia a determinate tipologie di sostanze. Lavorare secondo questi principi e raccontarlo, nella massima trasparenza, ai nostri clienti ci ha suggerito la possibilità, oltre che la necessità, di ‘dichiararlo certificandolo’.

5 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento