Bere vino rosso durante la gravidanza può nuocere al bambino. A sostenerlo i ricercatori della Division of Diabetes, Obesity and Metabolism e della Division of Reproductive and Development Science presso la Oregon Health and Science University, negli USA.

Secondo quanto riferito dai ricercatori statunitensi sarebbe il resveratrolo contenuto nel vino rosso a rappresentare una fonte di rischio per il pancreas del nascituro in merito a un possibile sviluppo anormale. Ritenuto di solito un prezioso alleato della salute, questo elemento vedrebbe mutare i suoi effetti in caso di consumo durante la gravidanza.

Durante lo studio è stato somministrato del resveratrolo in forma di supplemento a dei macachi obesi, alimentati con una dieta occidentale, nel periodo di gravidanza. A un secondo gruppo non sono stati forniti integratori mentre un terzo gruppo è stato alimentato in maniera sana e utilizzato come gruppo di controllo.

In seguito ai controlli effettuati sullo stato di salute degli animali per monitorarne lo stato di salute, anche grazie all’utilizzo di ultrasuoni, i ricercatori hanno individuato anormalità nello sviluppo del pancreas.

Stando a quanto riferito sul Federation of American Societies for Experimental Biology Journal dai ricercatori, lo studio condotto avrebbe rilevanza diretta per la salute umana. Soprattutto alla luce del fatto che il resveratrolo risulta “largamente utilizzato per i suoi riconosciuti benefici per la salute e ampiamente disponibile”.

Dalla ricerca arriverebbe soprattutto un avvertimento in merito all’alimentazione delle donne in gravidanza, come spiega l’autore principale, Dr. Kevin Gove:

Il messaggio importante diffuso con questo studio è che le donne dovrebbero essere molto caute in merito a quello che consumano durante la gravidanza e che non dovrebbero assumere integratori, come il resveratrolo, senza consultare il propri medici. Quello che può essere buono per la madre potrebbe non esserlo per il bambino.

25 settembre 2014
Fonte:
Lascia un commento