Un bicchiere di vino aiuta a prevenire la depressione. Lo affermano i ricercatori spagnoli dell’Università di Navarra, Pamplona, che sostengono come la bevanda possa in piccole dosi rappresentare un sistema di prevenzione efficace contro il disturbo.

Stando a quanto pubblicato sul BMC Medicine Journal, lo studio è stato condotto su oltre 5 mila soggetti maschi di età compresa tra i 55 e gli 80 anni, ai quali è stato fatto consumare un quantitativo di vino pari a un minimo di due bicchieri a un massimo di sette ogni settimana. I risultati sembrerebbero dare ragione ai ricercatori, con percentuali di riduzione del rischio di depressione fino al 32%.

Una ricerca che sembrerebbe quindi contraddire i precedenti risultati, che indicano al contrario il vino come una delle possibili cause di sviluppo di forme depressive. La chiave si troverebbe nel quantitativo, almeno stando a quanto dichiarato dall’autore principale dello studio, il Dr. Miguel Martinez-Gonzales:

Un consumo moderato può ridurre l’incidenza della depressione mentre i forti bevitori sembrano avere un rischio più alto.

Vino che raccoglie quindi nuovi risultati favorevoli al suo consumo, sempre ricordiamo senza esagerare. Proprietà antiossidanti, antitumorali, utili nella prevenzione di diabete e di altre malattie degenerative. Di luglio è infine l’arrivo di un’importante novità per quanto riguarda vegetariani e vegani, con l’introduzione di una speciale certificazione per garantire l’assenza nel prodotto acquistato di derivati animali.

4 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento