Vino: 2 bicchieri riducono del 40% la qualità del sonno

Anche solo due bicchieri di vino possono ridurre la qualità del sonno degli individui di quasi il 40%, secondo quanto suggerito da una nuova ricerca compiuta in Finlandia.

Già ricerche precedenti avevano confermato che l’alcol può avere come effetto quello di indurre le persone a trascorrere meno tempo nella fase del sonno riposante. Adesso questi nuovi risultati fanno comprendere come gli effetti sulla qualità del sonno siano più evidenti soprattutto per i giovani.

=> Scopri come riciclare il vino vecchio

Uno degli esperti che hanno guidato la ricerca, il professor Tero Myllymäki, dell’Università Tecnologica di Tampere, ha dichiarato a questo proposito:

Quando una persona è fisicamente attiva o più giovane, è facile che si senta invincibile. Eppure le prove hanno dimostrato che, più si è giovani, più si è suscettibili agli effetti negativi dell’alcol quando si dorme.

Inoltre gli scienziati hanno rivelato come, se da un lato è facile esagerare sull’importanza del sonno, dall’altro possono bastare semplici accorgimenti per non incidere sulla qualità del riposo notturno.

=> Leggi di più sui benefici del vino contro la demenza

Secondo i risultati il consumo moderato di vino riduce del 24% la qualità del sonno. I ricercatori hanno preso in considerazione le abitudini di più di 4 mila adulti, tutti con età compresa tra i 18 e i 65 anni. Attraverso dei misuratori della frequenza cardiaca hanno potuto verificare il loro grado di rilassamento, a seconda se avevano bevuto più o meno vino. Hanno così scoperto come il consumo di alcol possa influire negativamente sul riposo e sulla mancanza di sonno.

Un fattore determinante, perché, come è stato chiarito anche da studi precedenti, la mancanza di sonno è strettamente collegata a patologie come ansia e depressione. Chi soffre di insonnia è meno in grado di superare i pensieri negativi, restando prigioniero di un circolo vizioso che influisce pesantemente sul proprio benessere psicofisico. Una conferma sempre più evidente di come il consumo di vino debba essere moderato per contribuire alla salute individuale.

8 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento