Nei primi giorni di settembre le fiamme hanno stravolto la zona di Lake County, negli Stati Uniti, consumando moltissimo terreno in poche ore. Gli abitanti di zona sono scappati rapidamente per mettere in salvo la loro vita, ma lasciandosi alle spalle abitazioni, luoghi di lavoro e spesso animali di affezione e non. Le fiamme hanno raggiunto le zone abitate con voracità e ingordigia, non permettendo ai cittadini di meditare soluzioni alternative. Durante le fughe improvvise non hanno avuto tempo di ricollocare i quadrupedi di allevamento e quelli di casa. Per questo sono molti gli esemplari morti durante gli incendi, tanti quelli scappati ed a piede libero.

I vigili del fuoco intervenuti sul posto si sono imbattuti in tacchini, capre, maiali, gatti, cani liberi tra le macerie. Per questo l’intervento dei veterinari del posto si è rivelato risolutivo, sia nell’individuazione dei proprietari che durante le prime cure. Consapevoli che ogni singolo giorno di ritardo nei soccorsi avrebbe pregiudicato la vita di qualche animale sopravvissuto, favorendo disidratazione e inedia. Lo scenario che si è presentato ai medici è risultato drammatico e apocalittico, tra fumo, fiamme, macerie, cavi elettrici sparsi sul terreno e caldo torrido. Nel turbinio degli eventi proprio la clinica veterinaria è riuscita a sfuggire all’incendio, in tandem con il negozio di alimentari, favorendo cure rapide e tempestive.

I soccorsi hanno condotto al centro un numero imprecisato di esemplari disidratati, affamati, bruciacchiati e terrorizzati. Una media di 20 animali al giorno, fotografati singolarmente per poter individuare i rispettivi proprietari. Gli esemplari intossicati dal fumo, ustionati e disidratati sono stati trattati immediatamente con liquidi e sedativi. Per i casi più gravi tutto lo staff si è reso disponibile, mentre molte delle cure sono state fornite gratuitamente grazie anche al supporto delle associazioni di zona. Infatti tanti dei pazienti sono animali randagi, senza un proprietario, che non hanno mai potuto godere del supporto medico di un veterinario. Tra questi un gatto ribattezzato Mr Burns, con il corpo piuttosto bruciato, che è diventato una piccola celebrità ottenendo un buon riscontro e molto affetto.

2 ottobre 2015
Fonte:
Lascia un commento