Vespa elettrica: prenotabile online da ottobre

La Vespa elettrica si prepara ad invadere le strade italiane. Un’icona della mobilità a due ruote diventerà anche un’icona della sostenibilità con l’arrivo della due ruote con propulsore elettrico. Rispettando la tabella di marcia annunciata ad Eicma, Piaggio darà il via alla produzione tra pochi giorni e i primi esemplari saranno prenotabili online da ottobre. L’immissione sul mercato avverrà dalla fine di ottobre, con una piena commercializzazione da novembre, proprio in concomitanza con EICMA 2018.

La Vespa elettrica ha caratteristiche tecniche molto interessanti, in primis un’autonomia massima di 100km, che ne consente un uso cittadino senza pensieri, anche in agglomerati urbani molto vasti come quello di Roma, dove si percorrono molti chilometri ogni giorno. La potenza massima del propulsore elettrico è di 4 kW, ed è in grado di erogare una coppia superiore ai 200 Nm, una caratteristica che non farà sfigurare questa due ruote rispetto ai tradizionali scooter 50 cc. È presente anche un tasto RIDING MODE sul lato destro del manubrio, con il quale il guidatore può scegliere tra due modalità di guida: ECO e Power. Come si può intuire dal nome, la modalità ECO è quella in cui si risparmia più energia, aumentando l’autonomia della batteria. Con questa modalità si ha una limitazione della velocità a 30 km/h e un’accelerazione progressiva. Usando invece la modalità Power viene sfruttata tutta la potenza del motore. La ricarica invece avviene in circa quattro ore, collegando l’apposito cavo posto nel vano sottosella ad una presa a muro, oppure ad una colonnina di ricarica pubblica.

In Piaggio hanno calcolato come la batteria agli ioni di litio in dotazione possa garantire fino a 1000 cicli di ricarica completi, equivalenti a una percorrenza che si attesta tra i 70.000 e i 90.000 km (circa dieci anni di vita). Superati i 1000 cicli di ricarica la batteria comunque non sarà da buttare via, ma conserverà l’80% della sua capacità, rimanendo dunque perfettaemente utilizzabile.

Inutile dire che l’attesa per la Vespa elettrica è davvero grande, sia da parte degli ambientalisti, sia da parte del pubblico che da sempre ama Vespa. Con questo mezzo infatti si ha per la prima volta un mezzo a due ruote che coniuga un design inconfondibile e ricercato, che è apprezzato ovunque nel mondo, con alti standard di sostenibilità ambientale, sia in termini di emissioni, sia di silenziosità.

27 agosto 2018
I vostri commenti
Diego, martedì 28 agosto 2018 alle6:33 ha scritto: rispondi »

Notizia diassoluto rilievo. Grazie.

Lascia un commento