Vermi del cane: come prevenirli e curarli

I vermi sono una problematica molto comune per il cane, poiché vivono la loro esistenza all’interno dell’intestino del quadrupede di affezione. Sono cinque i parassiti intestinali più diffusi: ancilostomi, ascaridi, trichiuridi, coccidi e giardia. La forma è variabile da tubolare a tonda fino a sembrare spaghetti o piccoli chicchi di riso, e alcuni di questi possono colpire anche l’uomo. Individuarli, curarli e prevenirli è fondamentale per la salute del cane e della stessa abitazione.

Diffusione

Solitamente la diffusione avviene attraverso la contaminazione del terreno, a opera di feci o vomito di animali infetti. Le uova di questi parassiti, presenti nelle deiezioni, si depositano sul terreno e sulle superfici, entrano in contatto con altri cani che possono ingurgitarle per errore. In special modo se il cane si pulisce sull’erba oppure la mangia o lecca il terreno. Il transito è rapido, possono anche raggiungere fegato e polmoni, ma è nell’intestino che si schiudono e completano il ciclo vitale.

=> Scopri i sintomi e rimedi dei vermi nel cane


Sintomi

Cane dieta

Muovendosi nell’intestino si nutrono del cibo in transito, privando l’animale di molti dei nutrimenti presenti. Per questo è importante osservare le anomalie comportamentali che possono evidenziare la presenza di questo parassiti: le più diffuse sono la tosse, quindi un manto opaco e fragile con caduta di peli, perdita di peso, diarrea, feci e vomito con o senza vermi. Ma i sintomi non sempre sono presenti, per questo è bene affidarsi al veterinario che ciclicamente potrà effettuare test specifici come le analisi delle feci.

Diagnosi

Come anticipato, il veterinario dovrà effettuare qualche test diagnostico, ma può capitare che l’esame possa non confermare la presenza dei vermi anche se l’animale ne è infetto. Per prevenire la problematica si può somministrare un ciclo di medicinali che possano impedire al cane di infettarsi, un trattamento innocuo utile al suo benessere. Il medico potrà consigliare la cura più adatta per il cane di affezione, rendendo più salda e stabile la sua salute, permettendogli una vita sana.

=> Scopri la giardiasi nel cane


Uomo

Cane e baci

Non è da escludere la possibilità per l’uomo di contrarre dal cane questi parassiti: i bambini possono risultare i più facilmente esposti. Le larve potrebbero finire in bocca se l’uomo, o i più piccoli, viene in contatto con terreni infetti. Per impedire la problematica basta raccogliere le deiezioni con gli appositi sacchetti, magari indossando guanti e lavando subito le mani dopo l’operazione. Anche i bambini devo lavarsi accuratamente le mani, dopo aver giocato all’aperto, e l’adozione di un nuovo cane deve contemplare tutte le visite di rito compresi i test fecali.

11 settembre 2018
Immagini:
Lascia un commento