Cresce in Italia il consumo di verdure. Secondo un sondaggio condotto da Saclà/Doxa dal titolo “#Gusto verde. Gli Italiani e le verdure” circa il 91% degli italiani ha dichiarato di essere un amante della verdura, dichiarando in molti casi di vederla più come un piatto principale che come un semplice contorno.

Cambia il modo di mangiare la verdura in Italia secondo il sondaggio appena pubblicato, con il 64% degli intervistati che utilizza i vegetali come portata principale durante i propri pasti. Aumento del ricorso alle verdure che vede protagonisti i giovani, il cui consumo è cresciuto del 58% negli ultimi 10 anni a fronte di un dato generale del 43%.

A cambiare le carte in tavola anche un approccio più orientato al gusto delle verdure: mentre il 75% le sceglie perché fanno bene una percentuale di poco inferiore (67%) le preferisce perché buone. Seguono “senso di leggerezza e benessere” (42%), “richiamo di un prodotto della terra” (39%) e motivi legati alla dieta nel 25% circa dei casi.

Un ulteriore aumento delle percentuali sembra al momento essere contrastato da alcuni “ostacoli”, che a detta degli intervistati risulterebbero essere nel 28% dei casi il troppo tempo richiesto per la preparazione dei piatti, seguito dal mancato gradimento da parte di tutti i membri della famiglia (19%) e dalla mancanza di creatività (14%).

A questi dati fanno però ancora da contraltare i risultati in merito allo spreco di verdura nelle case degli italiani. Ha dichiarato di essere costretto a gettare nell’immondizia i vegetali acquistati il 52% degli intervistati, prime fra tutte le verdure fresche (85%) seguite da conservate (9%) e surgelate (6%).

30 aprile 2015
Fonte:
AGI
Lascia un commento