Allerta verdesca e salame contaminati: i lotti ritirati dal mercato

Scatta una nuova allerta alimentare, questa volta a scopo precauzionale, per un lotto di tranci di verdesca congelati. Il rischio segnalato dal Ministero della Salute è quello di contaminazione chimica e si tratta di tranci di verdesca congelati a marchio Gran Mare.

Nello specifico, interessate dal provvedimento sono le confezioni di verdesca da 400 g con scadenza al 12/2019 (codice 8026146080296)  prodotte dall’azienda Effegi Service Spa nello stabilimento di via Spallanzani 2 a Mantova e venduti da Penny Market.

=> Leggi l’allerta salmonella per il salame, i lotti interessati

La linea di supermercati Penny Market dichiara, in un comunicato, di scusarsi per il disagio e specifica che il richiamo dei tranci di verdesca congelati riguarda tutti i punti vendita della catena. I consumatori sono invitati a riconsegnare il prodotto acquistato al punto vendita dove si è effettuato all’acquisto entro il 22 dicembre 2017, così si potrà provvedere al rimborso o alla sostituzione della confezione.

=> Leggi l’allerta per le merendine Jaffa Cake distribuite da Lidl

Essendo un richiamo precauzionale per rischio di contaminazione chimica non vi sono specifiche linee guida nel caso abbiate consumato il prodotto. Il consiglio, in caso di consumo, è quello di recarsi dal proprio medico di base per chiedere delle specifiche indicazioni mediche, soprattutto in caso di comparsa di sintomi come nausea, vomito o dolori gastro-intestinali dopo aver mangiato i tranci di verdesca congelati Gran Mare.

Diramato dal Ministero della Salute anche un secondo avviso di richiamo per un lotto di salame prodotto dalla Macelleria Zanin Valentino, contaminato da Salmonella Rissen. Coinvolto il lotto 29/08/2017, disponibile in vari formati e prodotto in via Tagliamento 10 a Camino al Tagliamento (Udine), marchio di identificazione 9-2804L. In questo caso si consiglia di non consumare il lotto richiamato, ma di restituirlo al punto vendita.

12 dicembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento