Le vene varicose sono disturbi che colpiscono in prevalenza le gambe, seppure possano presentarsi anche in differenti zone del corpo. Le cause che sono all’origine di questo problema possono essere molteplici, così come i sintomi che si manifestano in corrispondenza di tale patologia.

Alcuni rimedi naturali possono rivelarsi utili nel trattamento delle vene varicose, alleviando sia il fastidio fisiologico legato alla sintomatologia che il disturbo antiestetico, spesso associato al manifestarsi di tale problematica.

Cause e sintomi

All’origine del manifestarsi delle vene varicose troviamo alcuni disturbi più o meno gravi come l’obesità, la vita sedentaria, trombi a carico delle vene profonde. La gravidanza può rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di tale patologia, così come l’eccessiva assunzione di bevande alcoliche o l’utilizzo di tabacco. Anche il genere e l’ereditarietà possono favorirne la comparsa, con le donne maggiormente esposte al disturbo rispetto agli uomini.

Oltre alla sintomatologia estetica, di solito ben visibile soprattutto lungo la superficie delle gambe e riconducibile a teleangectasie, le vene varicose possono portare a gonfiore a carico di gambe e caviglie, crampi muscolari, costante percezione di freddo, stanchezza e formicolio agli arti inferiori.

Rimedi naturali

Al fine di migliorare la circolazione sanguigna e ridurre i possibili disagi legati al manifestarsi delle vene varicose alcuni rimedi naturali possono rivelarsi molto efficaci.

Tra i rimedi naturali più indicati nel trattamento delle vene varicose risulta occupare un posto di assoluto primo piano la vite rossa. Questa soluzione favorisce un generale miglioramento delle condizioni dei vasi sanguigni, altrimenti sottoposti a stress dilatativo e indebolimento, grazie ad alcune sue proprietà: tonificante delle pareti venose, protettiva dei capillari, antiossidante e antinfiammatoria.

Un altro aiuto importante arriva dall’ippocastano. Questo rimedio naturale offre proprietà protettive dei capillari, dei quali aumenta la resistenza, favorendo il drenaggio linfatico e riducendo la permeabilità dei vasi. A stimolare la tonicità dei vasi sanguigni contribuisce anche l’impiego della centella asiatica, utile anche per la stimolazione del microcircolo.

Si associano invece al pungitopo capacità vaso-protettive e antinfiammatorie. Per la protezione dei capillari e per la stimolazione del microcircolo è consigliato infine anche l’utilizzo del mirtillo.

29 settembre 2015
I vostri commenti
Giorgio, mercoledì 30 settembre 2015 alle6:26 ha scritto: rispondi »

Vorrei maggiori informazioni sulle vene varicose e come usare le erbe da voi sopra descritte grazie

Lascia un commento