La Puglia non accoglierà i rifiuti provenienti dalla Campania. Questa la linea portata avanti da Vendola e approvata in blocca dal consiglio regionale pugliese. Il panorama dipinto da Nichi Vendola non appare dei più rosei, sospetta un semplice trasferimento dell’emergenza rifiuti dai piedi del Vesuvio al Gargano, con conseguenti gravi rischi per la salute pubblica dei suoi cittadini.

Il leader di SeL si dichiara allo stesso tempo intenzionato a proseguire nelle operazioni di alleggerimento della crisi rifiuti, pur fermamente intenzionato a impedire arrivi “illimitati” di immondizia: solidarietà sì, ma non imposta per legge e senza possibilità di regolamentazioni regionali. Su questa posizione cerca e trova l’appoggio anche degli uomini Pdl, sintetizzando così il documento unitario redatto:

Rifiuteremo i rifiuti campani, se non ci saranno garanzie per la tutela della nostra salute pubblica. Entro fine anno potrebbero arrivare in Puglia 200mila tonnellate di rifiuti. Saremmo sostanzialmente di fronte al trasferimento dell’emergenza dalla Campania alla Puglia. E ciò è inaccettabile, inaccettabile, inaccettabile.

Nessun errore di ripetizione, è proprio il governatore pugliese a ribadire così la ferma opposizione a una politica dei rifiuti gestita come libero mercato. Poiché in questa direzione si è espresso il Consiglio di Stato: definendo “rifiuti speciali” l’immondizia campana, purché triturata, viene di fatto permesso lo smaltimento secondo logiche economiche. Il decreto in vigore fino a metà settembre prevede invece possibilità di filtro da prte della regione ricevente, che ne regolererebbe il flusso tramite uno speciale “nulla osta”.

Ribadendo con i numeri la solidarietà pugliese nei confronti della regione Campania, lo stesso Vendola sottolinea come:

In totale, nel corso di tre anni, sono state smaltite in Puglia 110mila tonnellate di pattume campano: più della somma di tutte le altre Regioni. Quello a cui ci opponiamo è una solidarietà coatta che impedisca la tutela della salute pubblica.

21 luglio 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Noretta, lunedì 25 luglio 2011 alle10:17 ha scritto: rispondi »

Vendola ha ragione! Non si risolve così il problema dei rifiuti; non ha senso affidare la spazzatura alle altre regioni solo per "alleggerirsi" un po'. Il problema deve essere risolto a monte: non ha senso cercare di allontanare i rifiuti se poi si continua a non fare la differenziata! Se non si prendono provvedimenti sul come smaltirli in pochi giorni i sacchi tornano ad affollare le strade nuovamente?!Cosa si è risolto a quel punto? Nulla perchè bisognerà chiedere di nuovo ad altre regioni di prendersi i "nuovi" rifiuti a casa loro!Speriamo che De Magistris faccia un po' di ordine. Napoli è una città bellissima che deve ritornare ad essere tale.

Lascia un commento