Pubblicità choc apparsa a Grosseto per incentivare la scelta vegan. Il manifesto pubblicitario apparso nel centro toscano vede protagonista un bambolotto diviso in pezzi e confezionato sottovuoto come la carne da banco di un supermercato. A fianco della confezione la scritta “Chi mangi oggi?”. Una scelta che sta suscitando aspre polemiche, a cominciare dalla dura presa di posizione del sindaco del capoluogo grossetano.

>>Leggi come la scelta vegetariana possa migliorare l’umore

La pubblicità fa parte di una campagna promossa da “Campagne per gli animali” di Treviso e da “Associazione di Idee Onlus” di Grosseto. Obiettivo è l’incentivazione della dieta vegana, meglio espresso dal testo che si accompagna alla contestata rappresentazione: “Gli animali non sono cose. Quando li mangi o li sfrutti, mangi qualcuno. Non qualcosa. Diventa vegan”. Un’iniziativa finanziata, tengono a sottolineare le due associazioni animaliste, per 350 euro su 484 da una raccolta fondi.

Secondo il sindaco del capoluogo Emilio Bonifazi il tema che vogliono portare avanti le associazioni è condivisibile, ma il metodo con cui è stata perseguita rappresenterebbe un eccesso. Un’offesa intollerabile nei confronti di soggetti deboli come i bambini, che necessiterebbero in questi casi di tutela:

>>Scopri come i vegetariani possano uccidere più animali degli onnivori

Tutti sono liberi di manifestare le proprie convinzioni e di promuovere le proprie idee, diverso è invece utilizzare immagini violente capaci di provocare un grande impatto sui cittadini ma certamente prive del minimo buon gusto.

1 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
dony, martedì 23 settembre 2014 alle13:53 ha scritto: rispondi »

E la cosa più schifosa e scorretta,disonestà,disumana e usare,sfruttare sempre immagini di bambini.. Sapete almeno che un neonato che cresce SOKO alimentandosi di latte e vegetali sviluppa fortemente rachitismo,pellagra,impetigine,vitiligine,tumori muscolari..? L'assunzione esagerata d legumi( sostitutivi della carne per le loro proteine) provoca tumori al colon,intenstinoe intolleranze?come l'uso di farine..provochi celiachia in varie formew.. E anche altro.. Ma credo che i vegani crescano i loro figli a vegetali e proteine sotto forma di pastiglie e integratori..

dony, martedì 23 settembre 2014 alle13:48 ha scritto: rispondi »

Un'esagerazione unica! Ognuno è libero di crescere e assumere l'alimentazione che più le aggrada! E anche i bambini per crescere hanno bisogno di proteine di origine animale, carne & co. Per crescere bene muscolarmente...ecc E comunque se gli animali non fossero più macellati avete idea di cosa succederebbe? Non basterebbero più i prati,perche finirebbero per nutrire tutti gli animali.. ( a meno che castrate e sterilizzate tutti)..l'effetto che gli escrementi avranno nell'aria e effetto serra provocati dai gas naturali, e i prati..non resterebbe nemmeno un pezzettino per coltivare una carota... Il fatto e controllare....

Ospite, lunedì 4 marzo 2013 alle20:14 ha scritto: rispondi »

Grande idea io non sono vegetariano ma questa pubblicità mi ha fatto molto pensare. Chi la contesta è soltanto ipocrita.

Alessandro Ghio, lunedì 4 marzo 2013 alle16:05 ha scritto: rispondi »

non vedo perchè ai nostri giorni si debba fare pubblicità per uno stile di vita... senz'altro ci sono interessi economici sotto..nessuno pagherebbe per salvare gli animali quando neanche gli uomini vengono salvati (vedi la barzelletta dei tumori: la cura Dibella che funzione ma costa troppo poco, le cure per la chemio che aumentano di 5 volte negli ultimi 10 anni pur con la tecnologia che migliora, gli istituti di cura che essendo gestiti managerialmente aumentano i loro benefici economici se fanno più operazioni sui pazienti!!! pura follia !!! poi ci sono commenti come quello sotto che tolgono qualsiasi voglia di scrivere... ma ti rendi conto che se tutti si facessero la testina bianca come la tua inquineremmo di più di una petroliera in avaria????

Francesca Chicca, venerdì 1 marzo 2013 alle15:11 ha scritto: rispondi »

Se hanno scelto un bambino, probabilmente lo hanno fatto proprio per sensibilizzare le madri che vanno a fare la spesa. Tutti sono sensibili ai problemi dei bambini, ma nessuno pensa che agnellini e vitellini SONO come bambini e soffrono infinitamente ad essere separati dalla madre, arrivano terrorizzati nei macelli e muoino solo, in mezzo alle grida dei loro simili....una sorte orrenda.... E se lo fecessero a vostro figlio? Pensateci!!!

Lascia un commento