Un nuovo hub di van sharing per la Capitale, dedicato ai piccoli commercianti, agli artigiani e alle aziende che abbiano necessità di spostarsi all’interno delle Zone a Traffico limitato senza alcuna limitazione.

Ecco in estrema sintesi l’obiettivo della nuova postazione di utilizzo di piccoli veicoli commerciali in condivisione, inaugurato nelle scorse ore in via dei Pontefici, tra via del Corso e piazza Augusto, vale a dire all’interno della ZTL del centro di Roma.

A disposizione degli utenti c’è un minivan Nissan e-NV200, piccolo veicolo commerciale ad alimentazione elettrica che condivide parte della tecnologia con Nissan Leaf e viene assemblato a Barcellona: la ricarica del veicolo avviene attraverso una colonnina già installata da Enel.

Appare chiaro l’obiettivo della nuova postazione di van sharing: una interessante alternativa a quanti debbano trasportare e consegnare merci all’interno del perimetro della ZTL centrale. Proprio per questo, indica Nissan, il servizio di van sharing sarà offerto a tariffe particolarmente vantaggiose: 5 euro per l’iscrizione annuale e altre agevolazioni appositamente previste per le aziende, gli artigiani e i professionisti.

Di più: per rimarcare le finalità green di questa iniziativa Roma Servizi per la Mobilità, grazie ad un accordo stipulato con Enel Energia, si approvvigionerà solo di energia certificata e prodotta da fonti rinnovabili per le ricariche del Nissan e-NV200.

La decisione di installare una postazione di van sharing, nella ZTL centrale di Roma, con Nissan e-NV200 si somma con i programmi già esistenti, che vedono il multivan zero emissioni frutto dell’alleanza Nissan–Renault utilizzato come taxi elettrico a Ponza, Barcellona e Amsterdam, nonché – in una flotta di 50 unità – per i servizi di consegna merci DHL Express.

Nissan e-NV200 condivide con Nissan Leaf (l’auto a zero emissioni più venduta) il motore elettrico da 109 CV, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 24 kWh, collocata al di sotto del vano di carico; l’autonomia si attesta su 170 km.

4 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento