Negli ultimi anni le vacanze a piedi sono diventate sempre più gettonate. Per sfuggire ai ritmi frenetici della vita in città molte persone decidono di godersi un viaggio lento, riappropriandosi di una dimensione del tempo più umana e rilassante. Quando si parte per una vacanza a piedi è essenziale portare con sé solo lo stretto indispensabile, senza caricarsi di inutili zavorre.

Chi non ha ancora accumulato esperienza a sufficienza nell’organizzazione dei viaggi a piedi può contare sui consigli dell’esperto Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini.

L’associazione no profit da 6 anni si occupa di organizzare e promuovere i viaggi in cammino. Gianotti spiega che la valigia del camminatore non è solo un bagaglio per il viaggio, ma il simbolo stesso di questa vacanza unica:

Abbiamo bisogno di ben pochi oggetti per vivere in cammino, una consapevolezza che cambierà per sempre il nostro modo di vivere.

Gianotti ha messo a punto un decalogo per preparare uno zaino intelligente:

  1. La taglia deve essere adatta alla proprio corporatura. In commercio esistono zaini di taglia small, medium e large in grado di adattarsi a ogni fisico;
  2. Lo zaino non dovrà sforare i 13-14 kg di peso. Uno zaino da 40-45 litri è sufficiente per un viaggio di più giorni. In caso di tenda e sacco a pelo bisognerà acquistare uno zaino con una capienza di 55 litri;
  3. Il peso va distribuito equamente tra spalle e cintura, regolando ben stretti e aderenti al corpo spallacci e cintura. Spallacci e cintura devono essere spessi e resistenti per mantenere lo zaino immobile durante il cammino e fare meno fatica;
  4. Aggiornare costantemente l’elenco degli oggetti necessari e di quelli che invece si sono rivelati inutili per avere un quadro più chiaro dell’occorrente al prossimo viaggio;
  5. Portare solo l’indispensabile, usando confezioni piccole, lasciando a casa i cosmetici a eccezione della crema solare ed evitando di caricare lo zaino con troppi cambi. Lungo il cammino è sempre possibile fare il bucato e rifornirsi del necessario;
  6. Chi dorme in tenda può usare come cuscino una sacca riempita di vestiti;
  7. Mettere nello zaino una scorta di barrette energetiche e degli snack dolci;
  8. Nello zaino andranno messi anche gli strumenti per dedicarsi alle proprie passioni: chi è appassionato di fotografia potrà portare con sé la macchina fotografica; chi ama fare birdwatching il binocolo;
  9. Gli oggetti più pesanti vanno disposti al centro e in basso. Il peso dev’essere bilanciato in modo che lo zaino sia simmetrico e in equilibrio;
  10. Alla fine del viaggio bisogna annotare gli oggetti che si sono rivelati inutili per lasciarli a casa al cammino successivo.

3 agosto 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento