Andare in campeggio con i bambini può rivelarsi la soluzione ideale per vacanze in famiglia economiche e divertenti, a stretto contatto con la natura. Per evitare inconvenienti e trarre il massimo del relax dalla vacanza è bene programmare in anticipo le attività da fare con i più piccoli e scegliere con cura il camping.

La pianificazione delle attività da svolgere insieme ai bambini terrà lontana la noia soprattutto nelle giornate piovose, quando non è possibile giocare all’aria aperta e organizzare delle escursioni.

Ovviamente, non bisogna correre il rischio di pianificare ogni singolo minuto della vacanza, con il rischio di tramutarla in un evento stressante. È bene lasciare spazio alla spontaneità e lasciarsi ispirare dai luoghi e dalle situazioni per organizzare giochi e attività creative e divertenti.

Prima di partire, programmate qualche attività da fare nei giorni piovosi e delle escursioni nella zona. Prestate particolare attenzione a cosa mettere in valigia per affrontare i giorni di pioggia e non farvi cogliere impreparati dal maltempo.

Ecco alcuni consigli che vi aiuteranno a pianificare il campeggio con i bambini:

  1. Per evitare disagi optate per camping meno spartani, con a disposizione comodi bagni e docce e aree gioco per intrattenere i più piccoli.
  2. Prestate particolare attenzione alla scelta della tenda. Deve essere abbastanza ampia, facile da montare, confortevole e resistente alle intemperie.
  3. Organizzate in anticipo delle escursioni a misura di bambini nelle vicinanze del camping e portatevi dietro degli zaini per trasportare i più piccoli quando saranno troppo stanchi per camminare.
  4. Mettete in valigia degli impermeabili per non farvi cogliere impreparati in caso di pioggia.
  5. Preparate in anticipo delle attività divertenti ed educative da fare nelle giornate piovose: dai giochi di società in tenda alle visite guidate nei musei di storia naturale, fino ai tour nei centri storici delle città vicine.
  6. Per non rischiare di rimanere a corto di energie nel bel mezzo di un’escursione fate il pieno di snack sani e nutrienti.
  7. Coinvolgete il più possibile i bambini nella pianificazione del viaggio e nelle attività del camping. Chiedete ai vostri figli cosa vogliono portare con sé, cosa gli piacerebbe fare in campeggio e una volta arrivati a destinazione assegnate loro dei compiti per evitare che si annoino e per facilitare l’apprendimento in un contesto giocoso.
  8. Per evitare cambiamenti drastici, soprattutto se si viaggia con bambini molto piccoli, è bene mettere in valigia la copertina e il peluche preferito o qualsiasi altro oggetto particolare che li faccia sentire a casa. Questo faciliterà l’adattamento del bambino alla vita da campeggio, soprattutto alla sera, quando potrebbe fare fatica ad addormentarsi in un ambiente molto diverso da casa. Un altro metodo per tranquilizzare i bambini è cucinare uno dei suoi pasti preferiti.
  9. Non dimenticate di mettere in valigia delle torce per tutta la famiglia.
  10. Programmate attività divertenti da fare insieme ai bambini: da un giro in canoa a un’escursione; dai giochi di gruppo all’aperto all’osservazione delle costellazioni; dalle storie raccontate attorno al falò alla classica caccia al tesoro.
  11. Approfittate del campeggio per insegnare ai bambini i nomi delle piante e degli animali. Portate dei libri illustrati da casa o prenotate una visita guidata alla scoperta delle specie della zona.

8 agosto 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento