Arriva dagli USA Urbee, un modello di auto ibrida stampata in 3D e realizzata in filamenti di Abs nata da un’idea di Jom Kor, un ingegnere americano, che si è avvalso dell’aiuto di una squadra composta da dodici persone.

>>Scopri la nuova Ferrari ibrida LaFerrari

A rendere unica questa vettura ibrida bi-posto è la filosofia scelta fin dalla progettazione, che ha consentito alla Urbee di distinguersi dai modelli tradizionali. I progettisti hanno infatti realizzato un prototipo virtuale a costo zero avvalendosi di appositi software, per poi realizzare un modello in argilla del 60% più piccolo e quindi, dopo aver scansionato quest’ultimo e trasferito i dati al computer, realizzare tramite una stampante 3D (una Stratasys) i componenti in materiali termoplastici identici a quelli controparte digitale.

>>Leggi le caratteristiche della Golf ibrida in arrivo sul mercato nel 2014

Kor e i suoi aiutanti hanno seguito dei principi di efficienza nell’elaborare la Urbee, come ad esempio la necessità di migliorare la resistenza aerodinamica, di abbassare la resistenza al rotolamento e di contenere il peso, che si attesta sui 544 chilogrammi. Il Cx scende fino a un valore di 0,15, mentre il sistema di propulsione ibrido eroga 10 cavalli facendo raggiungere alla vettura una velocità massima di 65 km/h.

La struttura della Urbee, assicurano dal team di progettazione, è in grado di garantire tutta la sicurezza necessaria agli occupanti, al punto da rispettare gli standard previsti per le vetture da competizione. Tali qualità si fanno sentire soprattutto dal punto di vista dell’impatto ambientale, che risulta talmente contenuto da far pensare che la Urbee possa entrare nel Guinness dei primati come l’auto più economica del mondo.

La citycar americana dovrebbe infatti essere protagonista di un’impresa che la vedrà percorrere la distanza tra San Francisco e New York, ovvero partendo dalla costa ovest degli USA per arrivare a quella est, consumando appena 45 litri di carburante in tutto. Nel frattempo la piccola Urbee ha visto partire le ordinazioni, con i primi esemplari caratterizzati da un listino prezzi di circa 38.000 euro.

18 marzo 2013
Fonte:
I vostri commenti
Friko, martedì 19 marzo 2013 alle9:47 ha scritto: rispondi »

E' possibile che tutte le speranze si infragano contro un prezzo improponibile??

Lascia un commento