Dopo un’analisi su 114 campioni di uova nei giorni scorsi sono emerse due positività al fipronil, ad Ancona e Roma, un insetticida prodotto in Belgio. Il Ministero Della Salute ha dichiarato che le uova contaminate erano prodotte in Abruzzo, ma sono state trovate in un centro di confezionamento in Provincia di Ancona. Si tratta di una novità emersa in queste ore, ma che non era stata esclusa a priori in quanto il Belgio aveva già dichiarato che il prodotto poteva essere stato utilizzato anche in Italia.

=> Leggi l’allerta Coldiretti sulle uova al fipronil

Le verifiche sulle uova contaminate dal Fipronil erano iniziate la settimana scorsa quando un’azienda di distribuzione italiana aveva dichiarato di aver usato prodotti a rischio contaminazione acquistati dai Paesi Bassi. I prodotti dell’azienda sono stati bloccati e,
da quel momento, i Nas hanno iniziato i controlli a tappeto per capire la fonte di contaminazione.

=> Scopri le uova di gallina antibiotico-free, la novità da Coop

Nel mentre però a Milano è scattato il sequestro di omelette surgelate, che sono risultate essere prodotte da uova contaminate da Fipronil. Si tratta del prodotto “Atsuyaki Tamago” distribuito dall’azienda tedesca Kagger di cui, per l’Italia, il distributore è l’International Trade Group. 127 confezioni sono state ritirate. Tutto il materiale prelevato è stato consegnato poi agli istituti zooprofilattici che hanno così analizzato 114 campioni rilevando due positività che, in queste ore, sono sottoposte a nuovi accertamenti.

22 agosto 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento