Grande coraggio quello dimostrato da un uomo che, senza pensarci due volte, si è sdraiato sulla carreggiata della trafficatissima via Cristoforo Colombo a Roma. E così è rimasto a lungo, fino a quando una passante preoccupata, ha arrestato la marcia per prestargli soccorso. Simona, raggiunta da un cronista, ha confermato di aver avvistato una persona a terra mentre precorreva la strada che collega Roma con Ostia. Convinta il malcapitato fosse vittima di un malore o di un problema fisico, per questo già pronta con il cellulare in mano per attivare i soccorsi immediati.

Giunta a pochi passi dall’uomo la giovane si è invece accorta come fosse sdraiato per proteggere i suoi quattro cani dalle macchine e dal traffico. I quattro quadrupedi erano fuggiti dalla sua abitazione, dirigendosi velocemente verso la strada super trafficata. Facendo schermo con il corpo e ripiegandosi sull’asfalto il proprietario è poi riuscito a bloccare la folle corsa dei due animali più adulti, salvando la vita ai quadrupedi. Ma impossibilitato a muoversi, per paura scappassero nuovamente, è rimasto cristallizzato nella posizione di salvataggio nella speranza che qualcuno lo aiutasse.

A piede libero invece i due cuccioli della coppia di cani fermata dall’uomo che, con l’aiuto della ragazza, è poi riuscito a recuperare tutti i fuggiaschi senza esiti negativi. Anche grazie all’intervento di un secondo automobilista bloccato dalla stessa Simona, che si è unito al gruppo di salvataggio improvvisato. Dopo aver preso i più piccoli la giovane e il nuovo aiutante hanno sfilato i più grandi da sotto il corpo del proprietario, impedendo che si buttassero nuovamente verso la carreggiata. Quindi con calma hanno inserito gli animali nell’auto della giovane, facendoli passare attraverso il finestrino così da bloccare eventuali istinti legati all’ansia e al panico. Simona ha quindi riaccompagnato il proprietario a casa, felice di avere 4 animaletti scodinzolanti in giro per l’auto pronti a leccarle il viso come gesto di gratitudine.

12 novembre 2015
Fonte:
Lascia un commento