Un uomo perde 45 chili grazie alla dieta vegana e decide, di conseguenza, di condividere la propria esperienza. La storia è quella di Benji Kurtz, un trentasettenne di Atlanta, affetto da un’obesità grave e deluso dalle decine di diete dimagranti provate negli anni. Finché un regime alimentare esclusivamente a base di vegetali l’ha aiutato a ritrovare il peso forma, un dimagrimento importante così come documenta la CNN.

I problemi dell’uomo hanno radici lontane: da sempre sovrappeso, nel 2005 ha raggiunto i 104 chili. Un dato non da poco se rapportato all’altezza, 1 metro e 65 centimetri, sufficiente per una diagnosi di obesità conclamata. Molte le diete provate negli anni, da quelle a basso contenuto di carboidrati ai ritrovati più vari, ma dagli esiti poco incoraggianti: pochi chilogrammi di calo, nonostante mesi di sacrifici. Lo scorso anno, Benji ha deciso di tentare una nuova strana: quella del regime vegano.

L’idea sarebbe nata dopo la visione di un documentario, “Forks Over Knives”, dedicato ai benefici dell’assunzione regolare di vegetali sull’organismo. Stimolato da quanto appreso, ha quindi optato per un’alimentazione che escludesse qualsiasi tipo di grasso di origine animale, compresi i latticini, quindi la dieta vegana è diventata l’unica scelta possibile. Dopo un anno, non solo è riuscito a perdere 45 chili, ma ha visto anche scendere il livello di colesterolo nel sangue di 33 punti, fino a tornare nella soglia di sicurezza per gli uomini adulti.

Benji Kurtz, dimagrimento

Benji Kurtz, dimagrimento via CNN

I successi evidenti di questo dimagrimento non sarebbero però una novità fra i medici. Sempre dalle pagine online della CNN, il dottor John McDougall – un esperto che da oltre 30 anni studia gli effetti della nutrizione sulle patologie dell’organismo – spiega come un regime a base di vegetali aiuti a perdere peso, a curare i problemi intestinali come la stitichezza e a ridurre i livelli di colesterolo. Molto dipende, però, anche dalle caratteristiche della singola persona, quindi la semplice scelta di un regime vegano, per quanto incline alla perdita di peso, potrebbe non essere la risposta più utile alle proprie problematiche. Anziché lanciarsi nell’automedicazione, è necessario seguire sempre le indicazioni di un dietologo o di un nutrizionista, che saprà vagliare di volta in volta se la dieta vegana – o altri regimi dietetici – siano indicati.

Nel frattempo Kurtz vive la sua nuova vita da magro, felice per i risultati raggiunti senza rinunce al palato. Spiega infatti di non sentire la mancanza di nessuno degli alimenti che era solito mangiare prima di questa trasformazione, spiegando come anche la percezione dei sapori sia notevolmente migliorata nel tempo. “Tutto nella mia vita è migliore”, dice mentre mostra con orgoglio un vecchio paio di enormi pantaloni.

1 agosto 2014
Fonte:
CNN
Via:
Lascia un commento