È una storia di immotivata violenza quella che proviene da San Francisco, dove una senzatetto si è dovuta separare dai suoi adorati gatti per colpa di un malvivente. Dopo aver sottratto i mici alla legittima proprietaria, l’uomo li avrebbe gettati in mare, affogandoli.

La chiamano tutti “Cat Lady” – la donna dei gatti – e da anni vive nei pressi del porto di Embarcadero. Probabilmente una senzatetto, la donna non è mai stata di alcun disturbo per gli abitanti della zona né tantomeno per i turisti: con lei solo un paio di mici, compagni inseparabili anche nella sfortuna e nella solitudine.

Nel pomeriggio dello scorso lunedì, il San Francisco Animal Care and Control ha ricevuto diverse segnalazioni da passanti allarmati: la senzatetto stava infatti cercando di gettarsi dal quattordicesimo pontile del porto, pur di recuperare i suoi due gattini. Stando a quanto dichiarato da alcuni testimoni, mentre la donna stava spingendo un carrello contenente i suoi pochi averi, un uomo le si sarebbe avvicinato minaccioso. Sottratti gli averi e il trasportino con i gatti, avrebbe lanciato con forza il tutto nella baia, per un volo di svariate decine di metri prima dell’impatto con l’acqua. Chiusi in gabbia, per i felini non vi è stato alcun destino se non la tragica morte.

I vigili del fuoco hanno immediatamente inviato un battello di soccorso, ma per i due felini non vi è stato nulla da fare: un esemplare è stato rinvenuto senza vita, del secondo non vi è più traccia, forse trascinato dalla corrente. I volontari hanno quindi provveduto a raccogliere i pochi beni della senzatetto, per poi condurla prima dalla polizia e poi in un centro d’accoglienza. Gli agenti sono ora sulle tracce del malintenzionato, di cui si conosce solo la statura – all’incirca 1.80 cm – perché il volto era coperto da un cappuccio. Se incriminato, rischia oltre un anno di carcere per maltrattamento di animali, più le altre condanne connesse all’aggressione e al furto.

27 novembre 2013
Fonte:
Immagini:
CBS
I vostri commenti
gabry, martedì 3 dicembre 2013 alle10:24 ha scritto: rispondi »

Appena trovato l'uomo che gli facciano lo stesso trattamento(ma senza ripescarlo) se si salva subito in prigione.

Cecilia, mercoledì 27 novembre 2013 alle16:58 ha scritto: rispondi »

Non c'è limite alla cattiveria umana...

Lascia un commento