L’11 marzo 2016 i cieli tra Los Angeles e San Francisco hanno visto volare il primo aereo all’interno di una serie di voli programmati dalla United Airlines alimentati con combustibile green. Serviranno alla compagnia per verificare che il loro utilizzo mantenga le condizioni di sicurezza ottimali per la flotta e per capire tutte le implicazioni di questo cambiamento.

I voli regolari con questo tipo di carburante saranno 12.500. La United Airlines ha firmato un contratto di 3 anni con la californiana Altair Paramount per l’acquisto di 15 milioni di litri di biocarburante sostenibile.

Si tratta del risultato della lavorazione di oli naturali non commestibili e scarti agricoli, a basso tenore di carbonio. Proprietario del processo tecnologico di produzione è la Honeywell UOP, fornitore di tecnologia per il trattamento dei combustibili, importante a livello internazionale.

Secondo la Honeywell UOP questo tipo di combustibile può arrivare ad una componente del 50% all’interno di una miscela, senza comportare modifiche nella tecnologia dei velivoli. Il “green fuel” di loro ideazione è perfettamente compatibile con le infrastrutture attualmente utilizzate per il carburante tradizionale. Questo rende più agevole il suo utilizzo e la sua diffusione.

Negli “Eco-skies” della United Airlines verrà utilizzato il 30% di biocarburante, mescolato al 70% di combustibile tradizionale. A seconda del materiale di origine utilizzato per la produzione e della frequenza dell’uso, questo nuovo carburante potrebbe comportare una riduzione dal 65% al 85% delle emissioni di gas a effetto serra rispetto all’utilizzo di carburanti a base di petrolio.

Insomma il cambiamento appare graduale anche in questo settore, che per molto tempo non ha recepito l’importanza di adeguarsi ai tempi e alle esigenze, soprattutto ambientali, del mondo attuale. In ogni caso, vista la portata dei consumi energetici di questo settore, anche un piccolo miglioramento può comportare sull’ambiente una riduzione degli impatti davvero notevole.

16 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento