Da alcuni mesi va avanti la collaborazione tra Google e General Electrics per lo sviluppo di nuovi sistemi per la realizzazione di una rete intelligente per la distribuzione dell’energia elettrica. Google si è infatti lanciata nella sfida per la soluzione di uno dei nodi centrali nella corsa all’efficienza energetica.

Mentre la Smart Grid è ancora in fase di studio, sviluppo e realizzazione, una particolare applicazione online permette di vederla pronta e realizzata grazie alla tecnologia
Augmented Reality
, per molti un anticipo di quello che sarà il Web 3.0.

Si tratta di stampare un’immagine grafica, con disegnata una finestra stilizzata. Avviando l’applicazione e mettendo il foglio stampato davanti la telecamera… ecco materializzarsi la Smart Grid tra le proprie mani! Solo un plastico virtuale, ma che mostra in maniera sintetica ed efficace il concetto di Smart Grid in tutte le sue parti.

Le potenzialità di una Smart Grid sono enormi, nel permettere un uso ottimale dell’energia, dalla produzione informata e mirata, al consumo consapevole, ecc. Google, nel suo avventurarsi in diversi mercati complementari e paralleli a quello “core” del motore di ricerca, si è infatti trovata in posizione ideale nel dare il suo prezioso contributo in tutti i nodi di sviluppo di una rete all’avanguardia.

L’azienda infatti ha potuto impiegare parte dei suoi efficientissimi apparati di ricerca e sviluppo nella messa a punto di tecnologie per la riduzione dell’energia impiegata dalla rete, iniziando dallo stoccaggio dei dati (Data center efficienti).

A maggior ragione, nelle infrastrutture di condivisione energetica (software, controlli e servizi per stabilizzare la griglia), Google ha saputo dare un’enorme contributo nello sviluppo di sistemi informatici per permettere agli utenti di conoscere e gestire al meglio il loro consumo energetico.

4 marzo 2009
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento