I leoni sono di certo i felini più maestosi e ammirati, sia nella foresta che negli zoo di tutto il mondo. Vi è però una sottospecie, quella dei leoni bianchi, che conta oggi pochissime unità, tanto che raramente questi animali si riproducono in cattività. Una bellissima eccezione proviene però dallo zoo di Guanajuato nel Messico, dove è nato un bellissimo esemplare di leone candido come la neve.

Il parto risale allo scorso 14 settembre, anche se la news è stata comunicata soltanto ora alla stampa per ovvia scaramanzia. Si è atteso il raggiungimento del primo mese di vita del cucciolo, così da scongiurare eventuali complicanze che si sarebbero potute manifestare nei primissimi giorni di vita. Ora il leoncino è forte, curioso ed estremamente giocoso e ha catturato l’affetto non solo degli addetti dello zoo, ma anche dei numerosi visitatori.

Il manto albino di questo leone – un fatto che ha una probabilità su 300 di potersi verificare – deriva da un gene recessivo che di tanto in tanto è trasmesso alla prole. Proprio come la genetica è responsabile degli occhi azzurri o dei capelli biondi, anche in questo caso sono i cromosomi a stabilire una colorazione bianca anziché la normale chioma del felino. Nulla che gli impedisca di vivere una vita completamente normale, se non guardato a vista dagli esperti proprio per la sua incredibile rarità.

Il leoncino non ha ancora un nome ufficiale, sebbene veterinari e pubblico l’abbiano ormai ribattezzato Snow White, Biancaneve. E poco importa che si tratti di un leone maschio, il nome appare davvero azzeccato.

17 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento