UPDATE: il video su YouTube non è più disponibile per gli utenti italiani.

Un gatto che si crede un cane sta facendo letteralmente impazzire il Web, sebbene si tratti solamente di una geniale trovata pubblicitaria. Sui social network è già una star: è il rosso micio protagonista del nuovo spot O2, compagnia telefonica mobile del Regno Unito.

>>Scopri i gatti protagonisti di Instagram

“Be More Dog”: questo il titolo della simpatica campagna promozionale. Il filmato inizia con l’adorabile gattone adagiato sul divano di casa, mentre in sottofondo risuonano dolci le note delle Gymnopédies di Erik Satie: una vita noiosa, quella tra cuscini e tappeti, una stanca esistenza che di certo non soddisfa l’intraprendente micio. E perché, allora, non vivere come un vero cane?

Ed ecco il protagonista che si alza dalla sua postazione, esce dalla porta sul retro e comincia a zompettare come Fido, distrugge il giornale, rincorre automobili, scava buche in giardino, raccoglie palline e riporta un bastoncino al suo proprietario. Un sapiente mix di immagini reali e computer grafica che non può strappare un sorriso anche allo spettatore più critico, un’ironica e velata stoccata agli stereotipi che da sempre circondano la vita dei cani e dei gatti.

Ero abituato a essere un gatto. Ogni giorno lo stesso: me ne stavo in disparte fino a pranzo e freddamente indifferente dopo. Mi sembrava tutto così… “meh”. Poi ho capito: perché essere così gatto? Perché non essere un po’ più cane? […] Correre: fantastico! Inseguire le auto: fantastico! Bastoncini: fantastici! Carpe diem! Significa: “Prendi il frisbee”.

Una fotografia accurata e un risultato decisamente esilarante, sebbene non sia dato ben sapere cosa l’operatore telefonico stia davvero sponsorizzando. Ma sul Web, regno incontrastato dei gatti, un simile filmato non avrebbe potuto non raccogliere consensi: indipendentemente dal servizio promosso, il carrier ottiene migliaia di condivisioni del filmato e altrettanti accessi sul suo sito, dove gli utenti sono dirottati al termine della visione. Di seguito, il simpatico video dalle pagine di YouTube:

5 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento