L’amore dei cani si manifesta anche e soprattutto nei momenti di tragedia. È quello che emerge con prepotenza da un’immagine che sta velocemente circolando su tutti i social network, con protagonista un addolorato Pastore Tedesco.

>>Scopri il cane che vive sulla tomba del proprietario

Figo, questo il nome del cane, è stato per anni fedele compagno di lavoro del poliziotto Jason Ellis, un giovane trentatreenne ucciso durante una sparatoria in Kentucky. Ai funerali cittadini, oltre ad amici e colleghi, ha partecipato anche il Pastore Tedesco. Nello scatto diramato in Rete, il cane si avvicina con espressione triste alla bara e ne appoggia la zampa sui lati, come se volesse esprimere il suo addolorato addio all’amico di sempre.

Per chiarire ogni dubbio sulla natura totalmente spontanea del gesto, è stato pubblicato anche un breve filmato, dove si dimostra l’assenza di forzature nei confronti dell’animale. Tenuto al guinzaglio da un militare e avvicinatosi alla bara, Figo ha volontariamente sollevato le sue zampe in segno di saluto.

>>Scopri la cagnolina che sorveglia le vittime del tornado USA

Sui social network pare che il dibattito sia molto acceso, in particolare su Reddit. In molti si chiedono come il cane abbia potuto riconoscere il poliziotto pur essendo all’interno della bara. La risposta, così come suggeriscono alcuni utenti, è però fin troppo semplice: il Pastore Tedesco, grazie al suo olfatto eccezionale, ha sicuramente percepito la presenza del compagno. I due erano praticamente inseparabili, così come il il capo della polizia Rick McCubbin ha comunicato all’Associated Press.

Non è la prima volta che i cani dimostrano la loro piena solidarietà all’uomo in caso di morte o tragedie. Abbiamo conosciuto negli anni la storia di diversi cuccioli che si sono rifiutati di abbandonare la tomba del proprietario anche ad anni di distanza dalla morte. Di pochi giorni fa, invece, è la vicenda della cagnolina che ha sorvegliato per intere notti il cadavere di uno sconosciuto dopo il temibile tornado subito dalle popolazioni nei pressi di Oklahoma City.

5 giugno 2013
Lascia un commento