Umbria, Monte Peglia candidato a Premio per la Biodiversità Unesco Mab

Nel cuore dell’Umbria più selvaggia si trova un’area incontaminata che è candidata al premio internazionale per la biodiversità Unesco Mab (Man and the Biosphere). È la Riserva Naturale di Monte Peglia, una zona vulcanica, ma molto verde e ricca di foreste accoccolata nel comune di San Venanzo.

=> Scopri i 10 giardini più belli d’Italia

La speranza dell’amministrazione e della gente del posto con questa candidatura è quindi quella di ripartire da qui, dall’Umbria più selvaggia e naturale, per dare una nuova spinta allo sviluppo delle aree rurali e naturali della zona.

=> Scopri Portogruaro, la città delle gru e dei portici

L’idea di candidare il Monte Peglia è nata poi in modo umile, grazie al lavoro di un comitato di cittadini che si sono aggregati e con l’aiuto poi di associazioni locali e soggetti privati si sono impegnati duramente per il prestigio della propria regione. Il Monte Peglia, del resto, è un vero e proprio gioiello naturale: fa parte di un gruppo di montagne che dividono il territorio di Orvieto dalla valle del Tevere e qui molte specie animale rare hanno trovato il loro habitat naturale.

Tutta l’area è così un serbatoio naturale di biodiversità. Vi sono 44 specie di mammiferi selvatici, 34 varietà di uccelli, animali protetti come il gufo reale, la salamandrina pezzata, il gatto selvatico e anche una flora ricca di specie rare ormai scomparse altrove che invece qui sopravvivono.

25 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento