Uggie, il delizioso jack russell terrier protagonista di “The Artist””, si è calato in un nuovo ruolo più consono al suo stile e alle sua bellezza: è il nuovo testimonial PETA. Il cagnolino, che tanto abbiamo amato, ha prestato la sua adorabile figura per lanciare un messaggio importante: incentivare l’adozione dei cani nei canili e nei rifugi. Lo slogan che campeggia sulla locandina recita “Sono Uggie, anch’io sono stato adottato. Milioni di cani ti aspettano in canile per una casa amorevole. Adotta, non comprare”.

La scelta di Uggie non è stata casuale, la PETA ha deciso per lui proprio per il suo passato di cane adottato. Il piccolo fu accolto da cucciolo nella famiglia di un allevatore di cani, nessuno voleva adottarlo e donargli una nuova casa. E forse il destino di cane adottato gli ha portato fortuna, fino a fargli calcare il tappeto rosso durante gli ultimi Academy Awards.

Il piccoletto, che ha 9 anni, può vantare diversi premi e non ultimo il Palm Dog al Cannes Film Festival del 2011 proprio per la sua partecipazione a “The Artist”; quindi un oscar corale con il resto del cast e una premiazione in pompa magna.

Molto spesso la realizzazione di un film con la partecipazione di un cane può lanciare mode malsane, creando simpatie ed entusiasmi per la razza del momento. Un esempio fu La carica di 101 con una vera mania legata all’acquisto di cani di razza dalmata, i quali superata la misura standard del cucciolo si ritrovarono ammassati nei canili. Lo stesso vale per le altre razze che a rotazione hanno intenerito i cuori degli spettatori, dal San Bernardo al Labrador Retriever fino al Golden Retriever. Per questo Uggie è il testimonial ideale, con un passato legato all’adozione potrebbe spingere i fan ad una scelta consapevole e meditata.

4 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento